BARI-CATANIA: come cambia la storia del match

0
234

I precedenti a Bari in competizioni ufficiali (dagli anni ’30 in poi) rimangono favorevoli ai padroni di casa (12 successi), ma la storia conferma che spesso le partite sono state dall’esito molto incerto, con una buona dose di pareggi: quello maturato domenica rappresenta infatti l’undicesimo risultato di parità, quarto negli ultimi cinque match giocati al “San Nicola”. Con il 3-3 di ieri salgono a tre i confronti giocati a Bari in Serie C: si segnalano il 4-1 barese della stagione 2020/21 e, prima ancora, lo 0-0 risalente all’annata 1974/75.

Il Catania ha sfiorato un colpo da tre punti che manca dalla stagione 2005/06: allora finì 0-2 in B con Cesar e Mascara a segno. Rimane fermo a sei il computo delle vittorie catanesi a Bari, 38 le reti di marca biancorossa contro le 29 complessive di marca etnea. Da notare come per la terza volta nella storia i rossazzurri segnano più di due gol a Bari.

Era già successo in Serie B nel 1956 (2-3 doppietta di Spikofski e Klein) e nel 1989 (1-4 marcatori Marco Piga, Mosti, Bonesso, Barlassina). In quest’ultimo caso si trattò del successo etneo più convincente della storia di Bari-Catania: sugli scudi anche Roberto Sorrentino, il quale intercettò sul palo con gran prontezza di riflessi un rigore calciato nel primo tempo dall’attaccante di casa Serena. A fine partita gli applausi furono tutti per i giocatori del Catania, artefici di una prova sontuosa.

***CLICCA QUI per mettere MI PIACE alla nostra pagina Facebook***