PAROLA AI TIFOSI: “Brutta copia del Catania di Bari. Difesa da oratorio. Sipos, che errore! Reset mentale in vista di Andria”

0
260

Vediamo come, in base ai commenti pubblicati sui social, i tifosi del Catania commentano il risultato di 1-2 maturato contro il Catanzaro al “Massimino”. Piovono critiche soprattutto per quel che concerne la prestazione del reparto arretrato, ma non solo. La difesa viene ritenuta “da oratorio” o da “film horror” per gli “errori madornali” commessi e “troppo molle” con un Albertini “inguardabile”. Qualche utente sottolinea che “se la difesa facesse semplicemente il suo dovere, staremo a parlare di un’altra classifica e di un’altra partita”, altri invocano il sostegno della tifoseria organizzata, soprattutto della Curva Nord.

C’è chi punta il dito contro l’arbitro “che non dà un rigore sacrosanto nel primo tempo” ed evidenzia le ingenuità in fase offensiva, con particolare riferimento al gol che Sipos si è divorato nella ripresa dribblando il portiere per poi farsi deviare la conclusione da Scognamillo. Più in generale si nota come “appena gli avversari pressano la difesa, non sa più giocare a calcio questa squadra” e “il primo tempo ed inizio del secondo abbiamo sonnecchiato tranquillamente invece di sbranarli e aggredire alti, partita da archiviare subito con un bel reset mentale da parte di TUTTI nessun escluso!!”. La formazione di Baldini è parsa “la brutta copia di Bari, evidentemente i ragazzi si daranno illusi di essere diventati una squadra super, invece siamo alle solite. Sono entrati in campo con la testa fra le nuvole, tutti i reparti allo sbaraglio, sovrastati atleticamente dall’avversario”.

C’è preoccupazione per la classifica, visti i punti persi per strada più “quelli che ci toglieranno (per via dell’attesa penalizzazione) temendo la zona Play Out “dove sarebbe molto dura uscirne fuori”. La speranza è che i giocatori rimettano “i piedi per terra, ricaricandosi in vista della partita di mercoledì”. Non manca, comunque, chi prende le difese della squadra e attacca la precedente gestione societaria che ha portato al fallimento del club: “Sempre onore a questi ragazzi, e sempre più disonore a quei signori che ci hanno rubato altri due anni inutili”.  “Purtroppo – si legge ancora – quest’anno è fondamentale mantenere la categoria, ma soprattutto trovare un acquirente che presenti un progetto serio”.

***CLICCA QUI per mettere MI PIACE alla nostra pagina Facebook***