Catania senza mezze misure in campionato alla riscossa tra salvezza e playoff

0
458

Un Catania senza mezze misure quello che si appresta ad affrontare il finale di stagione del campionato di Serie C 2021/2022 dal limbo del centro classifica, con quattro giornate davanti e il recupero con il Taranto fissato proprio alla vigilia dei due derby che chiuderanno l’annata. Una stagione che la tifoseria rossazzurra ha valutato positivamente, nonostante un piazzamento non in alta classifica, per le vicissitudini societarie che hanno inciso notevolmente, basti pensare alle penalità subite per quattro punti complessivi, sul percorso del gruppo guidato da mister Francesco Baldini.

Rosaia e compagni hanno riportato 13 successi e 12 sconfitte, soltanto 8 volte la compagine etnea ha diviso la posta in palio con gli avversari di turno: il bottino è presto raccontato: 43 punti e bagarre con 9 squadre raccolte in appena 9 punti, il che significa poter oscillare tra l’ottava e la sedicesima posizione. Adesso, all’ultima curva prima del rettilineo finale, mancano punti preziosi per la matematica permanenza, fondamentale per dare un senso alla salvezza del ramo sportivo in tribunale, dopo mesi di grande tensione e speranza. Gli appuntamenti in calendario per il Catania vedono scontri diretti e derby. Primo in ordine di tempo sul campo del Potenza, poi il Latina. Dopo la sfida ai laziali nerazzurri, il recupero col Taranto prima dei derby con Palermo e Messina, con chiusura del torneo davanti ai propri tifosi al “Massimino”. Leggendo i nomi degli avversari, appare subito chiaro che la pratica salvezza è nelle mani dei rossazzurri che potranno disputare dei match indicativi in tal senso.

Vincendo queste sfide il Catania potrebbe ritrovarsi in zona playoff, obiettivo dichiarato dal patron di Fc Catania 1946, Benedetto Mancini. A suo dire la squadra dell’elefante potrebbe essere la mina vagante degli spareggi promozione, anche se pochi scommetterebbero su una candidatura degli etnei per un posto in cadetteria.

In questo finale di stagione, servirà sicuramente il ritorno al goal di Luca Moro, a secco dopo un periodo di stop forzato e qualche partita non giocata al massimo delle proprie possibilità. Sarà il momento del congedo per molti componenti della squadra che, giocando una stagione da veri e propri combattenti, hanno attirato su di sé le attenzioni di diversi club, anche di categoria superiore. Questo, per quei calciatori che sono di proprietà del Catania potrebbe rappresentare un tesoretto per la nuova compagine societaria, pronta – a suo dire – a lavorare per un rilancio sportivo del club ai massimi livelli del calcio nazionale.

***CLICCA QUI per mettere MI PIACE alla nostra pagina Facebook***