PAGELLE DI REPARTO: difesa attenta e puntuale, Greco determinante a centrocampo, Sipos croce e delizia

0
1222

Al termine dell’incontro tra Vibonese e Catania, valido per il trentunesimo turno di campionato e terminato con il risultato di 1-2, pubblichiamo le consuete pagelle di reparto:

DIFESA 6,5
Nonostante l’aggressività ed il pressing asfissiante della Vibonese, Lorenzini e Monteagudo se la cavano egregiamente, non commettendo errori che sarebbero potuti costare carissimo e riuscendo anche a tenere ben lontani dalla porta gli attaccanti rossoblu. In particolar modo l’ex Turris gioca molto d’anticipo sfruttando il proprio senso della posizione e provando contemporaneamente, seppur con alterne fortune, ad impostare l’azione dal basso. Abbastanza attivi i due esterni Pinto ed Albertini, con il terzino veneto che esce soprattutto alla distanza. Buono pure l’apporto di Zanchi, subentrato nel corso della ripresa ed autore dell’assist decisivo per il gol di Biondi. Senza voto invece Ropolo, entrato in campo soltanto allo scadere. Normale amministrazione per Sala, capitolato peró in pieno recupero sugli sviluppi di una palla inattiva.

CENTROCAMPO 6,5
Tanta intensità e corsa a centrocampo. L’aggressività degli avversari sul portatore di palla crea qualche difficoltà a Provenzano che, comunque, pur commettendo qualche errore nell’impostazione del gioco evidenzia un’ottima fase d’interdizione. Sul pezzo capitan Rosaia, attento e determinato. Freddi Greco sempre prezioso con la sua straripante fisicità, nel finale di gara agisce persino da punta centrale. Un po’ in ombra Simonetti, molto mobile ma non sempre nel vivo della manovra. Forniscono il proprio contributo anche Cataldi e Izco – a proposito, auguri all’argentino per il suo 39° compleanno – entrambi entrati nel corso del secondo tempo.

ATTACCO 6
Riesce finalmente a sbloccarsi Leon Sipos. Gol a parte, pesa l’ingenua espulsione faticando a tenere palla e giocare di sponda con costanza, risultando spesso troppo lontano dal fulcro del gioco. Russini ha spaziato su tutto il fronte offensivo, ricoprendo sia il ruolo di esterno che, a seguito del rosso di Sipos, quello di falso nueve. Il numero venti é apparso il più in palla dei suoi, cercando spesso l’uno contro uno e provando anche ad impensierire gli avversari con iniziative personali. Sua la pennellata su punizione, stavolta in qualità di assistman, che incanala la sfida su binari favorevoli. Entra e segna Kevin Biondi. Il canterano rossazzurro si accende proprio nel momento giusto trovando, con una magia, la rete del momentaneo 0-2.

***CLICCA QUI per mettere MI PIACE alla nostra pagina Facebook***