CATANIA: il gruppo è la chiave vincente, il ruolo di primo piano verrà svolto dai giovani

0
1195

La quarta serie calcistica italiana è sicuramente un torneo ricco di incognite e variabili. Dall’agonismo degli avversari agli ambienti particolarmente caldi di alcune piazze, il Catania non potrà permettersi alcun passo falso. Affrontando con umiltà, determinazione e convinzione ogni singola gara, calandosi perfettamente nella realtà della Serie D senza la presunzione di dare nulla per scontato o di avere già la promozione in pugno.

Dai giovani ai più esperti tutti i 26 rossazzurri che formeranno il roster di mister Ferraro dovranno lavorare senza alcun personalismo ma mettendosi al completo servizio della squadra e dei propri compagni. Proprio la creazione di un gruppo forte, unito e coeso è la chiave vincente per emergere e scrivere, sul campo, nuove e meravigliose pagine di storia. La rosa imbastita sin qui da Grella e Laneri è parecchio competitiva sulla carta, con la presenza di diversi ex rossazzuri e calciatori catanesi che potranno far capire agli altri interpreti quale significato assuma indossare la maglia del Catania.

Considerando poi la regolamentazione della LND, in vista della prossima stagione un ruolo di primo piano verrà svolto dai calciatori under, cioè quei giovani professionisti che, nati dal 2001 in poi, costituiranno per ciascuna sfida di campionato circa il 40% dell’ossatura di base della squadra. L’obbligo di presenza in campo riguarderà ciascuna fascia d’età compresa tra il 2001 ed il 2004, pertanto la scelta degli elementi più giovani sarà assolutamente determinante ai fini del risultato finale.

Ufficialmente finora sono stati tesserati Giorgio Chinnici, terzino sinistro del 2002 con 53 partite disputate in Serie D tra Pianese (27 presenze nel Girone E) e Gelbison (26), con la quale l’anno scorso ha vinto il girone siculo-calabrese; Alessando Russotto, centrocampista classe ‘02 con all’attivo 28 presenze e 2 reti con l’Altamura nel Girone H della scorsa stagione; Giulio Frisenna, mezzala classe ‘02 cresciuta nelle giovanili etnee e già con due esperienze nel Girone I rispettivamente al Licata (21 presenze ed 1 gol nella stagione ‘20/21) e Città di Sant’Agata (17 gare ed 1 rete nel torneo ‘21/22); il centrale difensivo Simone Pino, altro prodotto della cantera rossazzurra con all’attivo due presenze tra i professionisti totalizzate nella scorso campionato di Serie C.

In attesa di ulteriori ufficialità il DS Laneri ha già raggiunto gli accordi con molti altri under parecchio interessanti che già sono a lavoro in quel di Ragalna mettendosi a completa disposizione di mister Ferraro. Come enunciato dallo stesso direttore sportivo etneo nell’ultima conferenza stampa, il Catania acquisterà almeno tre profili per ciascuna fascia d’età richiesta, dunque ancora qualche altro giovane elemento dovrà necessariamente arrivare.

Complessivamente comunque l’organico allestito finora dalla società rossazzurra appare ben assemblato e molto omogeneo, con il portiere che sarà sicuramente un under mentre gli altri giovani verranno distribuiti presumibilmente in ciascuna zona del campo in modo tale da formare il giusto mix di talento, esperienza e freschezza necessario per riuscire ad imporsi in Serie D. Le premesse per una grande stagione sembrano esserci tutte. Come sempre soltanto il terreno di gioco stabilirà la bontà e l’efficacia delle scelte di mercato effettuate.

***CLICCA QUI per mettere MI PIACE alla nostra pagina Facebook***