SARAO: il 18 agosto 2021 salutò i tifosi rossazzurri, adesso l’inizio di una nuova storia con Catania

0
351
foto pagina Facebook Catania SSD

“Amo i fatti non le parole, lascio un gruppo di amici ragazzi con le palle quadrate, una piazza e città magnifica, importante. che vive di calcio e un allenatore forte e persona vera, ho dato tutto dal primo all’ultimo minuto dentro e fuori dal campo, facendo bene o male..grazie mi avete fatto sentire a casa, chi mi conosce sa, saró sempre un vostro tifoso! Manu”. Era il 18 agosto 2021 quando Manuel Sarao salutava così i tifosi rossazzurri trasferendosi al Gubbio.

L’attaccante aveva visto giusto sulla forza di quel gruppo guidato sapientemente da Francesco Baldini. Lui sarebbe voluto restare, ma dovette prendere una decisione sofferta. La situazione d’instabilità societaria destava preoccupazione, i fatti che si sono susseguiti nel tempo hanno confermato i timori di allora.

“E’ andato via a causa delle problematiche societarie perché in estate c’erano sensazioni poco positive, con una situazione mai realmente chiara e limpida – le parole del procuratore del ragazzo ai microfoni di TuttoCalcioCatania.com -. Si parlava sempre di voler sistemare le cose ma i fatti hanno dimostrato tutt’altro. Purtroppo bisogna sempre considerare che si tratta di giocatori che non prendono milioni e tutti hanno delle esigenze personali che vanno dal dover mantenere una famiglia al pagare l’affitto o il mutuo della casa, per cui l’assenza di uno stipendio regolare diventa davvero un grosso problema. Avendo avuto questa sensazione a malincuore Sarao ha preferito andar via, altrimenti sarebbe rimasto a vita qui a Catania”.

Il destino lo ha riportato in Sicilia, ma è stata la volontà ben precisa di tornare a vestire la maglia rossazzurra a fare la differenza. Sarao aveva lasciato un pezzo di cuore sotto l’Etna, nel momento in cui ha appreso la notizia dell’avvento di una proprietà ambiziosa si è detto subito disponibile ad un eventuale ritorno, a prescindere dalla categoria di militanza. I contatti tra le parti sono sfociati nell’intavolazione di una trattativa definita negli ultimi giorni, dopo la risoluzione consensuale con il Gubbio.

In carriera Sarao non è andato spesso in doppia cifra, ma ovunque – tranne rare eccezioni – ha fornito un contributo importante alla causa. Segnando un numero di gol comunque rilevante e ricoprendo un ruolo essenziale nello scacchiere tattico per caratteristiche fisiche e tecniche. Adesso la storia con Catania è ricominciata firmando una tripletta in occasione del primo test di precampionato. Inizio incoraggiante, auspicando la prosecuzione di un percorso brillante.

***CLICCA QUI per mettere MI PIACE alla nostra pagina Facebook***