LA GAZZETTA DELLO SPORT – Ingegnere Finocchiaro: “Lavori stadio, approfitteremo delle pause della Serie D e del post gara”

1
2146

L’articolo riportato è uno stralcio dell’originale, non volto a sostituirsi a questo, pertanto invitiamo ad approfondire i contenuti presenti acquistando il giornale ‘La Sicilia’ in rassegna

Dopo 25 anni lo stadio Massimino verrà restaurato con una spesa di 6,5 milioni ottenuta dai fondi comunitari. Ad aggiudicarsi l’appalto è stata la Scs Costruzioni Edili che ha sede in provincia di Catania. “L’ingegnere Fabio Finocchiaro, responsabile della direzione Politiche Comunitari e Sport del Comune, ha già un incontro in programma con la ditta per stabilire le priorità d’intervento che non devono assolutamente condizionare l’affluso di pubblico per le gare interne del Catania”.

«Approfitteremo delle pause della Serie D e anche del post gare casalingo per sfruttare i giorni di non utilizzo dell’impianto e procedere con i lavori – spiega –. I seggiolini delle tribune A e B e negli altri settori (oltre 20mila in tutto) saranno sostituiti dopo una gara casalinga e prima della successiva. Saranno anche effettuati interventi non pienamente visibili dal pubblico: dall’impianto antincendio alla ripresa delle parti metalliche e in cemento di alcuni settori, dal rifacimento del tunnel alle luci di emergenza da rinnovare o cambiare».

A fine stagione agonistica verrà sostituito il manto erboso, che sarà un misto sintetico e naturale, saranno rifatti gli spogliatoi. “Interventi programmati durante la stagione anche sul Cibalino, il campetto che sorge alle spalle della Curva Sud e che sarà dotato di un manto in erba sintetica. Saranno rigenerati anche sala stampa, servizi igienici, pista di atletica. I lavori avranno la durata di un anno solare”.

***CLICCA QUI per mettere MI PIACE alla nostra pagina Facebook***

1 COMMENTO

  1. Soldi pubblici buttati al vento. Catania ha bisogno di uno stadio nuovo. Non un mausoleo degli anni 30. Speriamo in Pelligra.

Comments are closed.