RIZZO: lavoro silenzioso ma determinante in mezzo al campo

0
98

Comincia una nuova settimana di lavoro per il Catania, che mercoledì sarà impegnato in campo – al “Massimino” – contro il San Luca (fischio d’inizio alle 20:30). Grande curiosità per quelle che saranno le scelte di mister Giovanni Ferraro: sarà confermato il vestito tattico della squadra sulla scia del match di Ragusa o assisteremo a qualche novità dopo gli ultimi inserimenti di mercato e il recupero da acciacchi muscolari (o miglioramento della condizione fisica) di alcuni elementi del gruppo?

Tatticamente parlando, almeno in queste prime battute di una stagione che sarà lunga e che potrà certamente vedere dei cambi in corsa – vista anche la forza degli interpreti della squadra -, va dato risalto all’importante ruolo ricoperto in mezzo al campo da Giuseppe Rizzo, un lavoro silenzioso ma determinante, soprattutto per la gestione del risultato.

Classico giocatore di rottura, grande spalla per Francesco Lodi. Il gioco a centrocampo non è ancora dei migliori, dal punto di vista della qualità di manovra, ma fondamentale – invece – è stato il lavoro di filtro sviluppato dagli uomini in mediana. Recupero di palla e trasformazione del gioco dalla fase di non possesso a quella di possesso con lanci lunghi che in diverse circostanze hanno effettivamente innescato gli uomini del reparto offensivo.

In tal senso dunque l’esperienza del centrocampista è stata rilevante, i minuti nelle gambe con il migliorare della condizione fisica e atletica sono aumentati e questo garantisce continuità nel corso della partita. Non mancano anche le alternative ma ad oggi lo strumento della garra e della profonda conoscenza del gioco del calcio sono un supporto imprescindibile per il Catania che sta crescendo col passare delle settimane.

***CLICCA QUI per mettere MI PIACE alla nostra pagina Facebook***