STAMPA LOCALE – Finocchiaro: “Questo Catania può fare divertire. Ferraro parla poco ma possiede valori di un certo tipo”

0
929

Attenzione rivolta al Catania da parte del collega de La Sicilia e La Gazzetta dello Sport Giovanni Finocchiaro, che parla dell’organico rossazzurro ai microfoni della trasmissione ‘Cataniamente’, su Radio Studio Centrale:

“Quando il Catania vince a Ragusa 2-0 costruendo 10 palle gol è chiaro che il dominio c’è stato tutto, differenza di organico abissale che hanno riconosciuto anche i tifosi ragusani presenti allo stadio. Il Catania ha un attacco fantasmagorico per la D. Qualcuno è vecchietto, ma ad esempio rientra il giovane Forchignone dopo avere saltato Ragusa  e magari ci farà vedere qualcosa di buon livello. Dalla cintola in su hai Lodi che inventa, due corridori attorno a lui, gli attaccanti di livello. E’ una squadra che può fare divertire. Ci sono anche quattro under da mandare in campo obbligatoriamente”. 

“Per la difesa Ragusa è stato un banco di prova. Gli azzurri hanno tentato di riaprire la partita, soprattutto il regista avanzato Cess. Quando vedo Castellini fare diagonali perfette, l’efficacia di Lorenzini che non è una scoperta, sono prove che ti danno autostima, utili anche per sviluppare il dialogo tra i reparti e la quadratura del gruppo. Chiaramente commentiamo solo la prima gara di campionato, ma intanto si comincia sotto i migliori auspici”.

“Catania-San Luca? Il San Luca ha perso in casa all’esordio in campionato, ma la Sancataldese ha battuto il Catania ai rigori e poi ha perso 0-5 col Paternò, dunque può succedere di tutto in Serie D. Il Catania, quindi, deve arrivarci preparato in un contesto di festa popolare mercoledì sera”.

“Quali le principali insidie per il Catania? Le trasferte, le condizioni dei campi di gioco, la tifoseria locale che aspetta la squadra da battere, la nobile decaduta. Tutti vogliono appendersi lo scudetto per 90 minuti. Si crea un clima di grande attesa e agonismo contro il Catania. Quando vai in Calabria, oppure a Trapani, non dai per scontato che tu possa vincere con facilità. Lo stesso Trapani e il Lamezia hanno costruito squadre abbastanza valide muovendosi in maniera abbastanza importante sul mercato, inoltre hanno cominciato il ritiro prima del Catania”.

“Ferraro? Le persone che parlano poco, e lui parla poco, hanno dei valori di un certo tipo che sto cominciando a conoscere. Lui parla poco anche in allenamento ma se Zeoli vede un giocatore che va fuori dal percorso lo appende al muro. L’allenatore ha idee da Serie D, speriamo che ripeta l’impresa fatta con il Giugliano. Attorno a lui ruotano figure come Biagianti e Lele Catania, c’è uno staff tecnico che sovrintende e guarda”. 

***CLICCA QUI per mettere MI PIACE alla nostra pagina Facebook***