GRELLA: “Catania, in futuro tournée in Australia. Non escludo collaborazione con club australiani, ma priorità ai giovani catanesi” 

0
2529

Intervistato da GOAL Italia, il Vice Presidente ed Amministratore delegato del Catania Vincenzo Grella ha rilasciato alcune dichiarazioni con riferimento anche alle vicende rossazzurre ed al progetto etneo. Ecco quanto evidenziato:

“Sto vivendo intensamente quest’avventura. Il lavoro è molto impegnativo e mi stimola tantissimo sotto il profilo professionale. C’è grande attesa a Catania perchè dopo tanti anni di grandi difficoltà in cui si era perso un pò il contatto con la gente stiamo, piano piano, conquistando la fiducia non solo tramite i risultati ma anche attraverso la serietà nei comportamenti. Riscontriamo ogni domenica grande entusiasmo e voglia di fare parte di questa rinascita. Sono contento ma io ho già la testa proiettata a domani, ogni giorno mi sveglio e so di avere una grande responsabilità da parte della famiglia Pelligra che investe tanti soldi e voglio che Catania come città torni al livello che merita”.     

“Con i giovani ci vorrebbe un pò più di coraggio in Italia, meno ansia e pressione ma più programmazione sana. Nel mio piccolo ufficio al ‘Massimino’ c’è tantissimo lavoro da fare.     Progetto da sviluppare in sinergia con l’Australia? Non escludo qualche tipo di collaborazione, anche se per quanto riguarda il settore giovanile il mio grande obiettivo è la provincia di Catania. Vogliamo bloccare questa partenza troppo regolare di ragazzi siciliani verso il Nord per giocare a calcio. In Australia c’è qualche giovane interessante ma, come primo passaggio, il mio focus è avere in Prima Squadra ragazzi del posto”.      

“Ferraro sta facendo un ottimo lavoro ma noi siamo molto esigenti, lui sa che la sua conferma si guadagna con ogni allenamento, non c’è niente di scontato in questo club.      Tournée in Australia del Catania? Forse non nel 2023 ma più avanti, io vorrei preparare una squadra forte perchè non mi piace mai perdere. Il nostro presidente mi stressa tutti i giorni perchè lui vorrebbe portare subito la squadra in Australia per fare un giro in città ma lo sto bloccando un pò perchè desidero preparare un pò meglio la cosa. Serve il tempo necessario, come per tutto”.   

***CLICCA QUI per mettere MI PIACE alla nostra pagina Facebook***