LA VECCHIA: “Sancataldese, spettacolo indecente. Catania, nessuna squadra può impensierirti”

0
1794

Intervento di Tino La Vecchia – tifoso del Catania, scrittore ed opinionista – nel corso di ‘Calcionate – I Commenti in Casa RossAzzurra’ a Globus Television, commenta il pari di San Cataldo e le prossime tre partite che vedrà il Catania rispettivamente impegnato con Real Aversa, Santa Maria Cilento e Trapani:

“Se vi fosse stato solo il tempo effettivo credo che la partita di domenica scorsa non avrebbe scavalcato più di 20 minuti. La Sancataldese poteva risparmiarsi il tipo di atteggiamento adottato. Contro il Catania è normale fare la partita della vita, ma c’è modo e modo di farla. Ricordo che il Sant’Agata ha giocato una grande gara, idem il Locri. Sulla Sancataldese dovrei utilizzare tantissimi eufemismi per evitarmi una denuncia. E’ stato vergnonoso. L’arbitraggio non lo reputo uno dei migliori ma neanche tra i peggiori, ho visto di peggio. Almeno l’arbitro di Sancataldese-Catania ha ammonito qualcuno, ha buttato fuori Infantino”.

“E’ un campionato mediocre ed il Catania vicino alla meta, distante 50 punti. Adesso i rossazzurri se la vedranno con il Real Aversa, che è battibile ma attenzione non parliamo di una squadra da quattro soldi bensì da metà classifica. Il Catania potrebbe vincere anche con 1-2 gol di scarto, vittoria alla portata. Successivamente potrebbe ritornare il successo esterno con il Santa Maria Cilento. Battendo l’Aversa sarebbero otto le vittorie interne consecutive, a fine girone d’andata il Trapani venderà cara la pelle. Spero che il Catania faccia bottino pieno nelle restanti tre partite, al limite anche 7 punti non sarebbero da buttare perchè dietro non corrono. Il Catania è in testa in qualsiasi girone della Serie D a 18 squadre. Nel calcio al di sotto della B soltanto il Catanzaro sta facendo qualcosa di incredibile”.       

“La difesa è il reparto veramente forte del Catania, funzionante sempre. Anche Boccia quando è stato chiamato in causa ha dato un contributo notevole, crossa abbastanza bene. Magari ci sarà spazio per Ferrara più in là. Qualche calciatore è a corto di fiato ma ci sarà il tempo per ricaricare le pile e recuperare probabilmente Litteri a gennaio. Nessuna preoccupazione perchè nessuna squadra può impensierire il Catania, in estate il mio unico timore era che potessero inserire la Cavese nel girone I, avrebbe potuto dare un pò più di filo da torcere”.

“Ferraro le scelte le sa fare, i cambi in panchina sono quasi un rituale, Jefferson entra sempre intorno al 65′ ed il generale il meccanismo è rodato. Non si può sempre andare a mille, ad esempio domenica scorsa la Sancataldese ha impedito al Catania di giocare. Calabrese è rimasto a terra per 3 minuti. Non si è giocato, soltanto in questa maniera i verdeamaranto sono riusciti a portare via il pari. E poi la sceneggiata del giocatore della Sancataldese con Giovinco va oltre la Serie D, non sono cose che un calciatore deve fare. Uno spettacolo indecente e mi fermo qua perchè altrimenti direi cose molto più pesanti”.

***CLICCA QUI per mettere MI PIACE alla nostra pagina Facebook***