MAZZOTTA: “Dopo due mesi distrutti i programmi iniziali. Io accusato di scarso impegno. Adesso il Catania lo vedo bene”

0
2814
foto Catania FC

Da qualche giorno ha lasciato il Catania per scadenza di contratto. Il terzino sinistro classe 1989 Antonio Mazzotta è tornato sulla passata stagione rilasciando le seguenti dichiarazioni a TuttoMercatoWeb.com:

“Ero andato al Catania con altri progetti, dopo due mesi hanno distrutto i programmi iniziali con Laneri e Tabbiani. Non ci hanno dato tempo per lavorare. Abbiamo fatto il ritiro in un campo in condizioni precarie, all’inizio facevamo un’ora di strada per andare all’allenamento. Poi siamo andati al Cibalino, che è un campo con misure differenti rispetto a quelle dello stadio. Eravamo tutti nuovi, dovevamo formare il gruppo, invece hanno cambiato tutto. Nel complesso fino a gennaio il gruppo ha portato la squadra alla semifinale di Coppa Italia”

“Sono stato accusato di scarso impegno e mi hanno messo ai margini: se manca una dirigenza forte e vai dietro alle voci della piazza succede questo. Quando mi è stata mossa questa accusa sono rimasto male, dopo vent’anni che gioco a calcio e mi sono sempre comportato bene, sono stato colpito nell’orgoglio. Quest’anno invece li vedo bene perché hanno preso un allenatore vincente e un direttore che ha fatto calcio vero e sa come gestire un gruppo. Vedo bene l’Avellino che ha riconfermato la maggior parte del gruppo e il Catania che ha un direttore preparato così come il Trapani che ha un progetto ambizioso e un presidente che punta in alto”.

***CLICCA QUI per mettere MI PIACE alla nostra pagina Facebook***