CATANIA: segnali di crescita e prosegue percorso adattamento stranieri

0
209
Pino Rigoli

La formazione rossoazzurra continua a seguire con grande disponibilità e spirito di sacrificio le direttive di Pino Rigoli. L’allenatore del Catania ha sempre avuto le idee chiare su come fare giocare la sua squadra in questa stagione, assicurando qualità ed imprevedibilità alla manovra offensiva. Il lavoro, in questo senso, procede per il meglio.

Al “Degli Ulivi” di Andria non sono arrivati i tre punti e, certamente, il Catania ha accusato delle difficoltà da mettere in preventivo in una fase della stagione in cui, ancora, la condizione fisica di molti giocatori non è ottimale senza dimenticare che l’organico è stato profondamente rinnovato. Si comincia a vedere, però, la mano di Rigoli nell’ottica di fare diventare il Catania compiutamente squadra. L’Elefante occupa meglio gli spazi sul rettangolo di gioco, c’è più disciplina tattica e s’intravedono sprazzi di bel gioco.

E’ un Catania che cerca continuità nell’esecuzione della manovra, non ancora abbastanza fluida. Inoltre non sono perfettamente registrati gli equilibri, soprattutto in fase difensiva. I progressi, comunque, fanno ben sperare per il futuro e prosegue il processo di maturazione e adattamento degli stranieri in casa rossoazzurra. Da Stefan Djordjevic a Gladestony Da Silva, tutti vogliono crescere ed integrarsi nell’ambiente etneo. Continuando a lavorare con l’umiltà che contraddistingue un gruppo unito e compatto come quello del Catania.