LA SICILIA: “Catania, strabordante entusiasmo. Splende un raggio di sole che riscalda”

0
646

L’articolo riportato è uno stralcio dell’originale, non volto a sostituirsi a questo, pertanto invitiamo ad approfondire i contenuti presenti acquistando il giornale ‘La Sicilia’ in rassegna

Sotto lo sguardo di Ross Pelligra “c’erano più tifosi (oltre 15mila), c’erano bandiere. Tante, più di sempre. C’era il solito strabordante entusiasmo” con “tutti i quartieri dietro i vessilli, ognuno al proprio posto. Il bandierone della Nord copre mezza Curva, nella Sud c’è il vessillo di Estrema appartenenza”.

E dietro mille altri lenzuoli: piazza Palestro, Gruppo Tondicello, i Pazzi. Ci sono i ragazzi di Zafferana Rossazzurra, di Giarre-Riposto, di Assoro e di Naxos. C’è Battiati, ci sono i Liotrizzati e il Simpson, c’è Orgoglio e passione, Carrubba club. E tanti altri ancora”. Quando, “dopo 33 minuti la Sud estrae lo striscione ‘Uomo di un calcio che non c’è più, ciao beddu Cavaleri’, gli applausi di tutto lo stadio durano più del solito e uniscono tutti i settori. Risponde la Nord con ‘Ciao Cavaleri’ e il battimani continua”.

Al termine dell’incontro, “l’atteso giro di campionato dei giocatori osannati da tutto lo stadio («la capolista se ne va»), nella Nord si levano due nuvoloni, uno rosso e l’altro azzurro. Ma non è il segnale del maltempo. Sotto il cielo dell’intera città splende un raggio di sole che riscalda”.

YOUTUBE: LA FOTO-CRONACA DELL’INCONTRO

***CLICCA QUI per mettere MI PIACE alla nostra pagina Facebook***