EX ROSSAZZURRI – Corona: “Derby emozione unica. Catania, diamo al club il tempo di lavorare”

0
453

Palermitano che ha indossato le maglie di Palermo e Catania, l’ex attaccante Giorgio Corona ha concesso un’intervista a mediagol.it parlando delle emozioni del derby siciliano per eccellenza e del ‘nuovo’ Catania:

“Il derby è derby. C’è chi dice che sono di Cinisi o di Terrasini perché ho giocato là ma io sono palermitano al 100%. È normale che il derby lo vivi diversamente, sia da una parte che dall’altra. Entrare alla Favorita e vedere quarantamila tifosi è un’emozione unica. Auguro a tutti di provare questo brivido. Il derby di Sicilia è tornato brevemente nell’ultimo periodo in Serie C ma con il primo anno senza il pubblico a causa delle restrizioni dettate dal Covid è diventata quasi una partita come le altre. È stato bello viverlo nell’annata successiva, ahimè solo nel girone d’andata perché poi sappiamo tutti lo schifo che è successo dopo. Incommentabile”.

“Il problema principale al Sud è che non diamo ai club il tempo di lavorare. Si pensa “noi siamo Catania, siamo Palermo, siamo Messina e nelle prime tre partite vogliamo vincerne dieci”. Non è così che funziona. Il Catania ha una buona struttura societaria e sta cercando in tutti i modi di risalire. Le siciliane che ho menzionato poc’anzi secondo me devono stare come minimo in Serie B. Palermo e Catania come piazze meritano la Serie A. Auguro anche al Trapani di risalire, vedo che in Serie D sta facendo molto bene. Noi in Sicilia dobbiamo cercare di far uscire dei talenti che ci sono ma che purtroppo vanno fuori a giocare perché al momento mancano le piazze e le strutture adeguate a questa crescita dei giovani. Dando uno sguardo al futuro dico che prospettive sono però buone a mio giudizio con queste nuove proprietà a Palermo e Catania”.

***CLICCA QUI per mettere MI PIACE alla nostra pagina Facebook***