ANDREOLETTI (all. Benevento): “Gara complicata col Catania. Chiederei un po’ più di fortuna a Babbo Natale…”

0
413

Vigilia di Benevento-Catania. Dopo le parole di Cristiano Lucarelli, interviene in sala stampa l’allenatore giallorosso Matteo Andreoletti. Ecco le parole più significative evidenziate:

Mi aspetto una partita tosta perchè affrontiamo un avversario costruito fin dall’inizio per fare un campionato di vertice con tanti giocatori di grande qualità che affrontano un momento non felicissimo sul piano dei risultati e con un nuovo tecnico che fa della determinazione la sua principale caratteristica. Sapranno tirarsi fuori da questa situazione, spero a partire dal girone di ritorno e non da domani. Sarà una gara complicata contro avversario forte”.

“E’ vero che noi nelle ultime tre partite non siamo riusciti a trovare la via della rete, ma nelle prime due il portiere avversario è stato il migliore in campo mentre a Latina ci siamo presentati tre volte a tu per tu col portiere. Non abbiamo fatto gol ma la carenza offensiva non va di pari passo con la qualità di gioco e le occasioni che stiamo creando. I miei giocatori stanno spingendo da luglio, numericamente qualche deficit in difesa ce l’abbiamo ma non sotto il profilo qualitativo. Il mio dubbio principale riguarda chi impiegare nel braccetto di sinistra, che dovrà affrontare un giocatore determinante come Chiricò. Dovrò decidere se adattare Benedetti in quel ruolo oppure inserire un ragazzo del settore giovanile. L’altro dubbio principale è l’impiego di Talia da play o mezzala”.

“Non modificherò il sistema di gioco perché giocando con il 3-5-2 i due attaccanti ti permettono di essere un po’ più verticali quando serve, riempi l’area con qualche giocatore in più quando andiamo sulle corsie esterne. Col 3-5-2 abbiamo un abito che si adatta bene permettendo ad elementi come Karic, Talia e Pinato di giocare nel loro ruolo. Poi dagli attaccanti ci si aspettano i gol ma mi preoccuperei, o cambierei sistema, se la squadra non creasse occasioni. Non è questo il caso”.

“Cosa chiederei a Babbo Natale? Di solito si chiede a Babbo Natale quello che non si può avere facilmente. Siamo la squadra con più legni presi, dunque chiederei un po’ più di fortuna e di allargare maggiormente le porte, magari anche di vincere con un palo interno-gol visto che ci manca segnare in questo momento. Domani cercheremo di scrollarci di dosso la pressione grazie anche alla spinta del nostro pubblico”.

***CLICCA QUI per mettere MI PIACE alla nostra pagina Facebook***