WELBECK: “Le mie sensazioni restano positive. Ko di Crotone può svegliarci. Diamoci dentro sia in campionato che in Coppa Italia”

0
598
foto Catania FC

Il centrocampista rossazzurro Nana Welbeck, che ha fatto l’esordio stagionale a Crotone, ospite della trasmissione ‘Corner’ su Telecolor, torna sulla sconfitta riportata allo “Scida” ed è fiducioso per il futuro nonostante le difficoltà incontrate dalla squadra:

“Le mie sensazioni erano e restano positivissime perchè ho visto il gruppo, conosco il mister, ho conosciuto anche la società che mi ha trasmesso tanta carica e carisma. C’è molta amarezza dopo la sconfitta di Crotone. Ogni calciatore ha un background diverso ed un’esperienza calcistica differente. Catania è una piazza che merita tanto, questo dobbiamo saperlo noi giocatori. Lo sa bene anche il mister, che infatti ricerca calciatori con determinate caratteristiche”.

“Il mister arrabbiato dopo la brutta sconfitta di Crotone? Posso garantire che stiamo lavorando sugli errori commessi. il mister ha ragione, perdere fa male a tutti, compresi noi giocatori che ovviamente non scendiamo in campo per perdere, venire sconfitti fa male soprattutto nel modo in cui il ko è maturato a Crotone. E’ arrabbiato il mister ma lo siamo anche noi. Certe partite, però, aiutano a livello mentale per svegliarti, ti spronano a correggere gli errori. Soprattutto non dobbiamo buttarci così giù dopo avere subito gol”.   

“Conosco da poco tempo la squadra ma io ho visto un gruppo molto coeso ed affiatato. L’organico è composto da buoni giocatori. Cito Chiricò, Di Carmine ma potrei indicarli tutti, sono calciatori che hanno acquisito esperienza in piazze importanti. Ci siamo prefissati l’obiettivo di darci dentro sia in campionato che in Coppa Italia. Un buon piazzamento ai playoff è tutto da guadagnare, la Coppa può agevolarci nel percorso ma dobbiamo fare altrettanto bene in campionato per potere dire la nostra fino in fondo”.

“Cosa mi ha chiesto Lucarelli? Con lui ho chiacchierato poco, ho una stima grandissima nei confronti suoi e dello staff tecnico, mi ha fatto tantissimo piacere ricevere la sua chiamata. Non chiede tanto a me e alla squadra, in una piazza come Catania dobbiamo vincere. Il mister chiede duttilità tattica e sono d’accordissimo perché è una qualità importante nell’ottica di dare imprevedibilità all’avversario”.

“La B conquistata con la maglia del Catanzaro? I giallorossi provavano da tempo a centrare la promozione in Serie B. Non riesco ad individuare un momento preciso dello scorso campionato coincidente con la svolta, tante piccole cose hanno fatto la differenza. Devi mettere dentro dei tasselli, quando combaciano tutti vuol dire che l’annata è quella giusta”.               

***CLICCA QUI per mettere MI PIACE alla nostra pagina Facebook***