CHIRICO’: “Catania, mai pensato di andare via perché voglio lasciare il segno. Con Peralta possiamo coesistere”

0
3127
foto Catania FC

Ospite della trasmissione ‘Futura Gol’, su TRM, l’esterno offensivo del Catania Cosimo Chiricò commenta la vittoriosa prestazione di domenica guardando con fiducia e speranza al futuro. Ecco quanto evidenziato:

Domenica contro la Juve Stabia è stata una partita emozionante, un Catania così non si vedeva dalle prime giornate forse, grande vittoria che ci servirà per affrontare al meglio il resto delle partite, soprattutto il match del 28 febbraio in Coppa Italia. Spero che arriveremo a quella gare con un altro livello di autostima e l’atteggiamento giusto”.

Siamo consapevoli di essere una grande squadra e che i nuovi innesti possono cambiare in positivo la stagione. Nel mercato di gennaio sono arrivati giocatori forti, di categoria superiore, ci aspettiamo tutti quanti quel cambio di marcia che il Catania deve fare. Se c’era la possibilità che io andassi via? Personalmente non ho mai pensato di lasciare il club, però quando c’è mercato tutto inizia e tutto finisce. Non ho vissuto bene l’apertura del mercato invernale perchè sono stato l’acquisto di punta del Catania, quindi a livello personale non volevo andare via così. Io sono venuto qua per lasciare il segno. Spero che se un giorno andrò via lo farò sapendo di avere realizzato qualcosa di grande. Sono ancora in tempo. Non ero sereno perchè quando girano voci di mercato non è piacevole”.

“Quando ho firmato sapevo di averlo fatto in una città dove la tifoseria pretende. Tra di noi nello spogliatoio parliamo dell’ambiente e delle emozioni che trasmette quando entri in campo. Purtroppo quest’anno non si è mai visto un Catania spumeggiante, ma immaginiamo cosa si può creare in questo ambiente se iniziamo a fare qualcosa d’importante, siamo in una grande piazza e ci teniamo tantissimo. Dove preferisco giocare tatticamente? Più in un 4-2-3-1 che in un 4-3-3 perché avere più gente vicino mi agevola nel fraseggio. Se con Peralta possiamo coesistere? Vista la gara di domenica penso proprio di sì, lui sottopunta ed io esterno abbiamo contribuito a battere la capolista facendo una grande partita”.            

“Se è ottimale allenarsi al Cibalino? Siamo attrezzati alla grande, in piscina andiamo quando ci sono tante gare ravvicinate, facendo un determinato tipo di scarico. Da una quindicina di giorni è stata allestita una palestra. Sul campo le condizioni del Cibalino sono ottimali ma a livello di larghezza è un pò piccolino, quando dobbiamo svolgere determinati lavori andiamo allo stadio. La società non ci fa mancare niente”.                 

***CLICCA QUI per mettere MI PIACE alla nostra pagina Facebook***