DI GREGORIO (vice pres. AIAC Catania): “Sant’Agata, sindaco di Taranto e presidente del club chiedano scusa. Catania, serve la stessa voglia e determinazione del match con la Juve Stabia”

0
3212

Alcune riflessioni del Vice Presidente dell’AIAC (sezione provinciale) Luca Di Gregorio, ai microfoni di Telecolor nel corso di ‘Sport Sicilia Preview’:

“Questa è un’altra squadra. Per assemblare tutti questi calciatori normalmente servirebbero addirittura mesi. Sono anche calciatori che hanno fatto categorie importanti, Sturaro su tutti. Alcuni sono venuti magari in condizioni fisiche non ottimali ed a maggior ragione bisogna dare loro tempo, la società credo abbia fatto questa scelta anche nell’ottica di disputare un’eventuale finale di Coppa Italia. Noto, inoltre, che sono tanti i neo acquisti a cui il contratto scade nel 2026, significa che c’è un’idea di futuro e di ripartire costruendo una buona squadra per il futuro con pochi altri innesti”.          

“Scrivendo la lettera nei giorni scorsi prima di Catania-Juve Stabia, Pelligra ha fatto una cosa che un presidente deve fare nei momenti duri. Mercoledì sarà presente per fare sentire la propria vicinanza e dare il proprio sostegno. Continua a dar fiducia al suo staff. Grella ha lavorato 24 ore su 24 senza risparmiare forze, come succede nel calcio le cose possono andare bene o male ma non si può negare che hanno lavorato veramente tanto in questi mesi”.

Io da catanese mi sento profondamente offeso quando si insulta la patrona della città che non c’entra niente col calcio, credo che il sindaco di Taranto ed il presidente rossoblu dovrebbero scusarsi con la città di Catania perché offendere fino a questo livello mi pare eccessivo e non ha nulla a che vedere con il calcio e lo sport”.           

“Contro la Juve Stabia ho visto nel Catania voglia, determinazione, la capacità di potersela giocare alla pari con la prima in classifica. Bisogna continuare su questa strada che può essere quella giusta per inanellare una striscia positiva da qui a fine stagione. Catania dimostra di avere un pubblico da Serie A. La città continua a rispondere a livelli importanti. Credo che stare in ritiro quei giorni e sentire quella pressione dopo un momento negativo abbia giocato un ruolo importante sul piano mentale”.

***CLICCA QUI per mettere MI PIACE alla nostra pagina Facebook***