COPPA ITALIA: regolamento finale, partecipazione calciatori e premi

0
2254

Diamo uno sguardo al regolamento della Coppa Italia Serie C per quanto concerne la disputa della doppia finale. Innanzitutto si ribadisce che risulta vincitrice la squadra che all’esito delle due gare di andata e ritorno, ottiene il maggior punteggio o, a parità di punteggio, dopo la gara di ritorno, la squadra che ha conseguito una migliore differenza reti nelle due gare. In caso di ulteriore parità al termine delle due partite, sono disputati due tempi supplementari di 15 minuti ciascuno e, perdurando tale situazione, l’arbitro procede a far eseguire i calci di rigore.         

Ogni società deve indicare sull’elenco nominativo da consegnare all’arbitro un massimo di 26 calciatori, dei quali 11 inizieranno la gara ed i rimanenti saranno designati quali riserve. Durante la disputa degli incontri possono essere sostituiti CINQUE calciatori per ogni società. Ogni squadra può effettuare le suddette sostituzioni utilizzando al massimo tre “interruzioni” della gara, oltre all’intervallo previsto tra i due tempi di gioco. Si precisa che, laddove ciascuna delle due squadre effettui una sostituzione nello stesso momento, questa viene considerata una “interruzione” della gara utilizzata per le sostituzioni da entrambe le squadre.

In caso di svolgimento dei tempi supplementari è consentita l’effettuazione di una ulteriore sostituzione fino a un massimo di sei e una ulteriore “interruzione”, oltre a quelle previste tra la fine dei tempi regolamentari e l’inizio del primo tempo supplementare e tra il primo e il secondo tempo supplementare. Se una squadra non utilizza il numero massimo di sostituzioni e/o interruzioni nei tempi regolamentari, le sostituzioni di calciatori e interruzioni non utilizzate possono essere utilizzate nei tempi supplementari. Al termine dei tempi supplementari, nel caso di gare che prevedano l’esecuzione dei rigori, non sarà possibile effettuare le eventuali sostituzioni residue, ad eccezione della sostituzione del portiere che risulti impossibilitato a continuare.

Alle società sono assegnati i seguenti premi:
– 1a classificata € 60.000,00
– 2a classificata € 30.000,00.

Alle società finaliste, inoltre, sono inoltre assegnati:
A) Alla prima classificata- Il Trofeo “Coppa Italia Serie C” riproduttivo dell’originale esemplare unico. Il diritto, per l’anno sportivo successivo, di custodire il Trofeo originale della “Coppa Italia Serie C”;- Il diritto di apporre, sulle maglie da gioco della stagione sportiva seguente, il logo che contraddistingue la vincitrice della Coppa Italia Serie C; – n. 30 “medaglie oro” per i calciatori e i tecnici;
B) Alla società seconda classificata- n. 30 “medaglie argento” per i calciatori e i tecnici.
          

L’incasso lordo delle gare derivante dalla cessione dei tagliandi di ingresso allo stadio, detratti gli oneri fiscali, nonché le spese di organizzazione forfettariamente determinate nella misura del 10% dell’incasso netto, deve essere suddiviso al 50% tra le due società e deve essere corrisposto alla società avente diritto al termine della partita.

***CLICCA QUI per mettere MI PIACE alla nostra pagina Facebook***