CURIOSITA’: dieci anni fa il Catania vinceva la sua ultima gara in A, proprio con l’Atalanta

0
1246

18 maggio 2014. A distanza di dieci anni il Catania ritrova l’Atalanta al “Massimino”. Allora affrontava la prima squadra bergamasca, sconfitta con il risultato di 2-1. Fu l’ultima volta che la formazione dell’Elefante militava in Serie A. Il saluto alla massima categoria si concretizzò con la conquista della terza vittoria consecutiva in campionato. Il Catania, retrocesso da una settimana, giocò per confermare il platonico terzultimo posto.

Il primo tempo partorì uno spettacolo di basso livello, privo di emozioni e idee. Molto più divertente la ripresa con un certo predominio del Catania che passò in vantaggio con Lodi, appena entrato. L’Atalanta avrebbe potuto pareggiare con Bentancourt che deviò di testa il traversone di Raimondi, ma Frison fu molto bravo a respingere. Poi Bergessio sfiorò il raddoppio con un’inzuccata che Sportiello respinse proprio sulla linea.

Subito dopo, pareggio dei bergamaschi: tiro di Denis deviato da Frison con l’aiuto della traversa e tap-in vincente di Kone. Nei minuti di recupero, però, i rossazzurri guidati da mister Maurizio Pellegrino tornarono in vantaggio con un rigore di Bergessio. A fine partita gli ultras rilanciarono le maglie dei giocatori in campo come segno di protesta per l’epilogo della stagione.

VIDEO – GLI HIGHLIGHTS DELLA PARTITA

TABELLINO

Catania (4-3-3): Frison, Gyomber, Bellusci, Capuano, Monzon (89′ Garufi), Izco, Rinaudo, Fedato (86′ Aveni), Leto (56′ Lodi), Bergessio, Castro

Atalanta (4-4-1-1): Sportiello, Raimondi, Benalouane, Bellini, Brivio (45′ Caldara) , Kone, Cigarini (65′ Olausson), Baselli, Brienza (72′ Bentacourt), Moralez, Denis.

Marcatori: Lodi 65′ (C), 80′ Konè (A), 91′ (r.) Bergessio (C)

Ammoniti: Izco (C), Konè (A), Cigarini (A)

Tiri (in porta): Catania 23 (9) – Atalanta 19 (9)

***CLICCA QUI per mettere MI PIACE alla nostra pagina Facebook***