RIFLESSIONI post Caravaggio: Catania, giusto approccio ed equilibrio. Mai abbassare la guardia

0
295
foto Catania FC

Playoff approcciati bene. Il Catania che ha vinto a Caravaggio contro l’Atalanta U23 ha bene impressionato per il gioco espresso nel primo tempo, per la capacità di soffrire evidenziata nella ripresa e per la resistenza del gruppo, capace di sbloccare l’equilibrio nei minuti finali della sfida. Si chiedeva proprio questo al gruppo: dimostrare in campo di tenere alla causa e di non essere comparse nella lotteria degli spareggi promozione.

Il ritorno alla vittoria in trasferta, poi, è un’ulteriore fattore positivo. Era necessario dare una sterzata e migliorare il rendimento del Catania lontano dalle mura amiche. Michele Zeoli sta cercando di recuperare tutti gli interpreti, anche quelli che ultimamente hanno giocato meno, del resto i playoff impongono la pratica del cosiddetto turnover, dovendosi giocare diverse partite nell’arco di pochi giorni.

Tutti devono farsi trovare pronti. In tal senso una nota certamente positiva è stata quella del rientro in campo di Curado che bene ha fatto dal momento in cui è stato chiamato in causa. Tello, invece, ha effettuato l’assist per il gol di Bouah. Tutti devono trovare gli stimoli giusti per imporsi in questo momento decisivo della stagione.

Tatticamente è stata trovata una quadra, importante il ruolo di Cicerelli che dopo un primo test positivo, ha forse sofferto un pò martedì lo schieramento da interno di centrocampo. Gli attaccanti, che senza dubbio hanno lottato tanto facendo a sportellate, devono tirare di più. Lo ha detto lo stesso allenatore nel post gara. Come dargli torto, è fondamentale cercare di mettere più in difficoltà la difesa avversaria.

Bene ha fatto invece la difesa, il cui lavoro è agevolato anche dalle scelte tattiche di Zeoli. Il 3-5-2 infatti garantisce adeguate coperture e tanto equilibrio alla squadra. Ultime note di riflessione su Welbeck, autore di una prestazione gigantesca in mezzo al campo e che potrà risultare fondamentale anche nei prossimi impegni, e su Bouah, generosissimo e fisicamente all’altezza di un impegno come quello degli spareggi.

Il Catania può dire la sua in questo contesto, del resto l’esperienza di Coppa Italia ha dato indicazioni in tal senso. Ma non si dovrà mai abbassare la guardia, altrimenti la sconfitta sarà subito dietro l’angolo.

***CLICCA QUI per mettere MI PIACE alla nostra pagina Facebook***