ASTORINA-SCUDERI-DI NATALE: il trio rossazzurro è al lavoro, corsa contro il tempo per la cessione del Catania

0
2119
Torre del Grifo, Catania

Nell’epoca del Coronavirus in cui l’ansia per il diffondersi dell’emergenza è palpabile, il Catania non può restare con le mani in mano. Tante le questioni da risolvere, compresa la vicenda del pagamento solo parziale degli stipendi ai propri tesserati che rischia di comportare la ricezioni di due punti di penalizzazione in classifica. Le dimissioni di Davide Franco dalla presidenza del Consiglio d’Amministrazione hanno provocato la decadenza automatica dello stesso, procedendo con nuove nomine. Ad eccezione del riconfermato A.D. Giuseppe Di Natale che, comunque, ha perso la delega di liquidatore di Finaria. Escluso dal CdA Antonino Pulvirenti, spazio al neo Presidente Gianluca Astorina ed al vice Ignazio Scuderi, che si professano tifosi rossazzurri.

A loro il compito di rappresentare la società e di reperire tutte le soluzioni possibili per rilanciarne le sorti. Tenendo conto delle difficoltà finanziarie in cui versa, la primissima opzione per il raggiungimento di tale scopo non può che essere il procedimento di cessione del Calcio Catania. E forse non è affatto casuale, in tal senso, la conoscenza di vecchia data di Astorina con Fabio Pagliara e Maurizio Pellegrino, componenti del Comitato per l’acquisizione del Catania che sostengono la cordata tuttora interessata a rilevare il club. Esiste un patto di riservatezza che non permette in alcun modo di conoscere gli sviluppi della trattativa, nè va escluso a priori l’interessamento di altri soggetti.

Ma il futuro dell’Elefante si presenta incerto ed è ormai fin troppo evidente l’importanza di un passaggio di proprietà che metta il Catania al riparo da ogni intemperia. La macchina organizzativa è al lavoro, riparte dall’impegno di uno stimato professionista come Di Natale che, in poco più di un mese, ha guadagnato consensi. E si riparte soprattutto da un’operatività di squadra sia sul piano societario che sportivo. Il tempo è tiranno, non può essere fermato e non esiste nessuno in grado di poterlo comandare. Ma gestirlo sì, è possibile. Adesso più che mai la palla passa agli amministratori ed agli acquirenti che hanno la responsabilità di garantire un futuro stabile e sereno al Calcio Catania.

***CLICCA QUI per mettere MI PIACE alla nostra pagina Facebook***