GUERINI: pronto a sposare il progetto rossazzurro, gradito ritorno

0
7710
Vincenzo Guerini

40 partite vissute intensamente sulla panchina del Catania per Vincenzo Guerini tra Serie B, C1 e Play Off. Qualche boccone amaro da digerire, vedi Palermo 5-1 Catania nel 2000 citando un esempio, oppure emozioni importanti come quelle generate dal pirotecnico 3-3 maturato sempre in terra palermitana nella stagione 2002/03. Ma nessun momento è paragonabile allo splendido girone di ritorno in C1, portando avanti una cavalcata incredibile e logorante che per poco non consegnò al Catania la promozione in cadetteria. Fatale la finale Play Off col Messina, in cui i rossazzurri arrivarono cotti dopo un percorso lungo e faticoso.

Guerini non venne riconfermato nella stagione successiva, attraverso la quale i rossazzurri conquistarono comunque sul campo la B che avrebbero meritato l’anno prima, con Ciccio Graziani e Maurizio Pellegrino al timone. E proprio con Pellegrino le strade s’incrociano. Entrambi, infatti, contribuiranno al progetto tecnico di rilancio del Calcio Catania e sono legati da un rapporto di vera amicizia. Soddisfazione enorme per Guerini, tuttora innamorato della piazza.

E’ ancora vivo in lui il ricordo amaro della trasferta di Messina, ma anche di avere allenato un gruppo di giocatori fantastico sul profilo umano. Legando particolarmente con Pierpaolo Bresciani, Davide Cordone, Antonio Criniti, Alessandro Pane e Gennaro MonacoNon è un caso se in più di un’occasione ha definito Catania l’esperienza più bella della sua vita. Parole non certamente di circostanza, ma di affetto e sincera gratitudine nei confronti di una piazza che gli ha trasmesso tanto. Stavolta non ricoprirebbe il ruolo di allenatore, occupandosi della gestione dell’area sportiva. Con la voglia spasmodica di risollevare le sorti di un Elefante affamato di calcio vero.

***CLICCA QUI per mettere MI PIACE alla nostra pagina Facebook***