PAGELLE DI REPARTO: ottimo l’ingresso di Sipos, bene Ceccarelli. Claiton in difficoltà. Moro segna anche quando è in giornata no

0
1351

Ancora una volta l’Elefante paga dazio nei minuti finali e, proprio come accaduto contro il Foggia, anche allo “Iacovone” di Taranto un errore difensivo in pieno recupero vanifica quanto di buono fatto intravedere dalla squadra per oltre novanta minuti di gioco.
Di seguito le consuete pagelle di reparto:

DIFESA 5: la partita contro i rossoblu conferma l’enorme fragilità difensiva del Catania che, nelle uniche vere occasioni da rete concesse agli avversari, incassa tre pesantissimi gol. Rivedibile la prova di Claiton che nella seconda frazione di gioco entra spesso in difficoltà sull’asse Giovinco-Civilleri. Meglio di lui ha fatto Monteagudo che commette poche sbavature nell’arco dei 90′ e sfiora la sua prima rete in Italia. Prova senza infamia e senza lode per ZanchiCalapai propositivo in fase di spinta ma non impeccabile difensivamente. Verso l’ora di gioco vengono chiamati in causa Albertini e Greco che provano a dare maggiore vigoria sulle fasce laterali. Sala non sempre sicuro nelle uscite e avrebbe potuto fare qualcosina in più sia in occasione del primo gol rossoblu che sul 3-2.

CENTROCAMPO 5.5: la mediana etnea soffre l’aggressività avversaria commettendo tantissimi errori in fase d’impostazione. Maldonado, soprattutto nel primo tempo, sbaglia troppi palloni propiziando, con un suo errore, il vantaggio dei padroni di casa. Prova a riscattarsi ad inizio ripresa ma il passaggio al 4-2-4 non lo aiuta. Incolore anche Izco che, al di là dell’impegno, non riesce ad incidere sulla gara; meglio invece Provenzano che garantisce il giusto mix tra quantità e qualità. Nel finale subentra anche Rosaia che come al solito offre tanta grinta e corsa. Senza voto Cataldi.

ATTACCO 6: Sugli scudi Tommaso Ceccarelli che per tutto l’arco del match prova a trovare il guizzo giusto per battere la difesa avversaria facendo anche un lavoro di grande sacrificio. Esce alla distanza Russini che dopo un primo tempo nel quale si divora il gol del pareggio, mette in mostra le proprie qualità tecniche e fisiche andando vicino al vantaggio con un gran colpo di testa. Un pò sottotono Luca Moro, ben imbrigliato ed ingabbiato dalla difesa avversaria; in ogni caso si rivela freddo e decisivo dagli undici metri realizzando il 14° centro stagionale e trovando la via della rete per l’ottava partita consecutiva. Ottimo l’impatto di Sipos che, oltre a riaprire la sfida con una bella giocata, lotta e combatte su ogni pallone favorendo anche gli inserimenti dei compagni.

***CLICCA QUI per mettere MI PIACE alla nostra pagina Facebook***

LASCIA UN COMMENTO

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.