ACCADDE OGGI: 23 giugno 2015, quei maledetti “Treni del Gol”…

1
3598

23 giugno 2015. Nell’ambito dell’inchiesta “I Treni del Gol” vengono arrestati tre dirigenti del Catania (il Presidente Antonino Pulvirenti, l’Amministratore Delegato Pablo Cosentino, il Direttore Sportivo Daniele Delli Carri), due procuratori ed altrettanti gestori di scommesse sportive on line (Giovanni Impellizzeri, Piero Di Luzio, Fabrizio Milozzi e Fernando Arbotti) con l’accusa di aver comprato alcune partite del campionato di Serie B 2014-2015 per consentire alla squadra rossazzurra di vincere ed evitare la retrocessione. Una ferita ancora aperta per i tifosi etnei, una pagina nerissima per la città.

In seguito a questi episodi, confermati dalla piena confessione fornita da Pulvirenti, il 29 agosto 2015 con sentenza definitiva di secondo grado della Corte d’Appello Federale della Figc, il Catania viene retrocesso in Lega Pro con una penalizzazione di 9 punti che diverranno 12 a causa del mancato pagamento degli stipendi di marzo e aprile 2015. Un vero e proprio incubo, proseguito con la militanza per anni in Serie C prima del fallimento del Calcio Catania. Tanti bocconi amari da digerire per una tifoseria stanca e che solo negli ultimi mesi ha rivisto la luce in fondo al tunnel vincendo il campionato di Serie D con una nuova proprietà.

***CLICCA QUI per mettere MI PIACE alla nostra pagina Facebook***

1 COMMENTO

  1. Purtroppo Siamo in Italia. Ma Tutti avevamo Capito che dovevano Colpire una sola Squadra: il Catania. Ma di quale Giustizia Sportiva ancora Speriamo. A distanza di quattro anni ancora Aspettiamo chi ha Venduto le Partite. Una Vergogna Inaudita.

Comments are closed.