COMUNE DI CATANIA – Di Caro: “Si lavora per riaprire lo stadio in vista del campionato. Il punto della situazione. Cibalino e pista di atletica…”

0
1959

Paolo Di Caro, dirigente del Comune di Catania – Direzione Cultura, fa il punto della situazioni sui lavori in corso allo stadio “Angelo Massimino”, ai microfoni di Newsicilia.it:

“Attualmente si sta lavorando sulle cose che servono per la riapertura dello stadio in vista del campionato. Rifacimento del manto erboso, posa dei seggiolini e l’installazione del tabellone sono le migliorie che servono per poter rendere l’impianto sportivo usufruibile dai tifosi del Catania SSD a partire da settembre. Gli operai realizzeranno il manto erboso del Cibalino in contemporanea con l’arena rossazzurra in modo tale da essere completato e perfettamente posato in vista dell’arrivo dei mesi caldi dandogli, inoltre, le tempistiche corrette per l’attecchimento. La consegna delle operazioni illustrate da contratto è prevista per il mese di febbraio 2024 anche se contiamo di poter terminare in tempi più brevi“.

Di Caro ha sottolineato che “verranno completamente rifatti tutti i servizi igienici, si sta intervenendo tempestivamente laddove si riscontrano problemi sull’impianto idrico ed elettrico, gli spogliatoi sotto la Tribuna A sono anch’essi interessati dalla ristrutturazione in atto e risultano essere praticamente pronti, la tribuna stampa verrà risistemata così come le sale posizionate sopra gli ‘sky box’. Al contempo stiamo realizzando con un altro appalto degli interventi di efficientamento energetico per contenere i consumi cambiando le lampade del sistema di illuminazione del campo. Lo stesso discorso vale anche per l’impianto di condizionamento e riscaldamento“, aggiunge.

A proposito della funzione che avrà il Cibalino, “stando a quanto a quanto riferito dalla società, la loro intenzione è quella di utilizzarlo come campo di allenamento durante la settimana in modo da riservare Nesima, che il Catania si è aggiudicato nella gara di esternalizzazione, per le giovanili come la Primavera”. Per quanto concerne l’impianto acustico, non sono previsti interventi nel progetto originario ma si valuta “se ci possono essere delle economie che consentano di realizzare un impianto acustico adeguato e integrato con il tabellone elettronico”. Allo stato attuale, inoltre, la pista di atletica non è eliminabile “perché comporterebbe degli interventi strutturali molto costosi quindi se ci dovesse essere una richiesta da parte di un privato per fare degli interventi strutturali così significativi questi verranno poi tagliati dall’ente pubblico”.

Capitolo seggiolini: “Devono essere tolti i seggiolini delle Tribune A-B e rimessi tutti. Adesso inizieremo i lavori di impermeabilizzazione e successivamente verrà fatta materialmente l’operazione di installazione. Anche nelle curve, dopo una certa categoria, è obbligatorio avere i seggiolini che conferiranno un fatto estetico particolare con la disposizione di una striscia rossa e una striscia azzurra insieme alla scritta CATANIA in Tribuna B”.

***CLICCA QUI per mettere MI PIACE alla nostra pagina Facebook***