FOTI: “Catania, a Crotone più carattere che orgoglio. Sul mercato scelte che fanno ben sperare”

0
1337

Rosario Foti, ex allenatore di tante squadre (siciliane e non solo) tra cui Acireale, Gela e Andria, è stato ospite ai microfoni di Telecolor, nel corso della trasmissione ‘Sport Sicilia Preview’. Ecco le parole evidenziate:

La partita di Coppa Italia è una gara attesa da tutti, bisogna stare un pò attenti perchè ritenere facile il passaggio del turno sarebbe l’errore più grande. Sono convinto che all’interno del Catania nessuno faccia queste osservazioni. La gara col Rimini andrà affrontata con grande energia mentale soprattutto e poi con le componenti tecniche e mentali, cercando di ottenere il massimo”.

“Crotone-Catania? Servirà carattere, temperamento e senso di appartenenza, perchè chi gioca nel Catania non può non avere il senso di appartenenza. Il campionato di C è un torneo dove le difficoltà sono enormi, i valori tecnici di livello, la componente tattica è rispettabile e l’aspetto agonistico e temperamentale spesso è dominante riuscendo a superare le altre componenti. In qualche circostanza è meglio dare una spallata in più sull’avversario, in generale bisogna saper mixare le qualità tecnico-tattiche assieme a quelle agonistiche. A Crotone il Catania troverà un ambiente difficile, proprio per questo il carattere dovrà superare l’orgoglio”.

A Catania si gioca per vincere e chi viene a Catania deve avere una grande responsabilità e personalità perché non è facile giocare ogni settimana davanti a 20mila spettatori . Ci sono pressioni da tutti i lati. Chi subisce critiche e pressioni deve reagire sul campo dimostrando tutto il proprio valore, perché chi è stato scelto dalla società è arrivato con la convinzione di essere un giocatore forte, da Catania”.

“Sulla carta i neo acquisti sono tutti giocatori collaudati, di categoria. Bisognerà vedere se sono adatti al progetto Catania. Fa ben sperare il fatto che in questo momento la squadra la pianifica Lucarelli, sono giocatori che conosce e dunque rientrano nella sua mentalità e nel suo modo d’intendere il calcio”.

La vittoria di Benevento è importante, ma non va enfatizzata troppo perchè il Catania è una squadra di un livello tecnico importante, giocando in superiorità numerica con qualche pedina in più in campo apri degli spazi che altrimenti faresti più fatica ad aprire. Lucarelli ha capito che un po’ tutte le squadre col Catania si chiudono, ti bloccano, quindi cerca il gioco in ampiezza per potere sfruttare spazi nelle zone importanti del campo”.

***CLICCA QUI per mettere MI PIACE alla nostra pagina Facebook***