PAGLIUCA (all. Juve Stabia): “A Catania giochiamo per divertirci, con il furore addosso ed il massimo morso”

0
2228

Conferenza stampa alla vigilia di Catania-Juve Stabia. Parla l’allenatore gialloblu Guido Pagliuca, che salterà la gara per squalifica ma carica la squadra in vista del match:

“In questo momento è fondamentale la cattiveria calcistica, la cattiveria mentale che non abbiamo avuto contro il Brindisi. Mi aspetto una partita difficile tra due squadre che hanno le proprie motivazioni. Serve la migliore versione della Juve Stabia perchè le partite iniziano ad essere sempre meno, mantenere un livello di entusiasmo alto senza guardare la classifica passa anche attraverso l’impatto a questa gare. Ci vuole una Juve Stabia che giochi per divertirsi perchè il calcio è divertimento, una Juve Stabia serena, leggera ma che metta l’anima sul campo, come dimostrato in tante partite. Sul campo ci sta di sbagliare un passaggio, una lettura, ma tutti – panchinari compresi – devono avere l’atteggiamento giusto, con il piacere e la consapevolezza di aver fatto finora cose straordinarie. Non dobbiamo permetterci di arrivare ad aprile e dire «che peccato». Tutte le persone che gravitano intorno alla Juve Stabia, che finora hanno dato tanto alla causa, devono dare ancora di più considerando la Juve Stabia un bene primario. Io in primis che prendo le squalifiche devo migliorare. Se fossi stato più attento finora mi sarei divertito di più. Il mio staff deve rappresentare l’esempio primario per la squadra, in questi due mesi devono esistere soltanto la famiglia e la Juve Stabia perchè dobbiamo fare capire ai ragazzi l’importanza di questo periodo”.

“Le squadre che dobbiamo affrontare sono tutte forti. Dobbiamo guardare a noi, una partita alla volta, pensare alla prestazione, mettere sul campo quello che conta, il sudore, il morso sul metro, l’atteggiamento, i sacrifici. Se gli altri saranno stati più bravi di noi gli stringeremo la mano, tireremo una riga e vedremo ma dobbiamo essere consci che d’ora in avanti esiste solo la Juve Stabia. Il Catania? Lucarelli è un allenatore che stimo, guida una squadra forte, noi sappiamo di avere fatto sin qui un percorso importante. Ci saranno delle grandi difficoltà, dovremo sporcarci attraverso l’atteggiamento ed il morso, dando il massimo perché solo così possiamo fare la differenza. Fisicamente stiamo bene, ho qualche dubbio di formazione tenendo anche conto dei cambi, il Catania ha giocato ancora più partite di noi e queste sono cose che si fanno sentire. Nello spogliatoio c’è grande onestà, limpidezza, trasparenza e rispetto. Questo comporta anche grande competizione, i ragazzi mi mettono in difficoltà nelle scelte”.

Siamo in una situazione di classifica immensa perchè trovarci lassù con un budget come il nostro ed una squadra giovane è bellissimo, ma per rendere completo tutto questo dobbiamo anche sporcarci e giocare da disperati. E’ una cosa che potrebbe incidere, giocando con il piacere di vivere questo momento di grande felicità ma anche con il furore addosso ed il massimo morso. Ogni partita è difficile, il Cerignola perde 4-0 in casa nostra, poi va a Benevento e sfiora di vincere contro una delle squadre al momento con più spinta. Noi, ripeto, dobbiamo essere bravi a divertirci in tutto questo. Un divertimento serio, organizzato, che parte anche da quella parte nascosta dello sterno dove si tira fuori l’ultima parte di noi stessi che magari qualcuno non pensa nemmeno di avere e ti porta a fare risultato pieno”.

***CLICCA QUI per mettere MI PIACE alla nostra pagina Facebook***