DA PADOVA: “Porte chiuse a Catania sconfitta per tutti. Procura ha aperto un fascicolo per accertare le responsabilità”

0
5028
foto Catania FC

Il Gruppo Editoriale TV7 sottolinea attraverso il proprio sito web come la disputa della finale di ritorno di Coppa Italia Serie C del 2 aprile Catania-Padova a porte chiuse rappresenti una sconfitta per tutti:

“La gara che assegnerà il trofeo, dopo che la squadra di Torrente aveva vinto l’andata per 2-1, si giocherà senza tifosi, né dall’una né dall’altra parte. E tutto per colpa di qualche decina di imbecilli che martedì sera all’Euganeo ha avuto la bella pensata di mettere a ferro e fuoco la curva, fare invasione di campo e assalire la tifoseria padovana. Parliamoci chiaro: è una sconfitta per tutti – si legge -. Per coloro che il 2 aprile si sarebbero sobbarcati il viaggio da Padova fino in Sicilia per seguire la squadra, e magari vederla alzare il trofeo. Soprattutto per i catanesi, quelli onesti e correttamente tifosi, che non potranno vedersi la finale in casa propria. Martedì sera, i fumogeni partiti dai tifosi catanesi sono stati ricacciati indietro da quelli padovani. Risultato: 5 mila euro di multa per il Padova, e 10 mila per il Catania. Entrambe, ora, perderanno invece il 40% dell’incasso della gara di ritorno che spetterebbe loro”.

“La procura di Padova, nel frattempo, ha aperto un fascicolo per accertare le responsabilità di quanto accaduto. Perchè quella cancellata non era chiusa a chiave, e come abbiano fatto ad entrare all’Euganeo decine di petardi, bengala, bombe carta e bandiere non conformi. Anche su questo, i magistrati vogliono vederci chiaro”.

***CLICCA QUI per mettere MI PIACE alla nostra pagina Facebook***