CATANIA: primi movimenti del club tra playoff e futuro

0
7564

Il 14 maggio parte l’avventura del Catania nei playoff. Probabilmente il cammino disastroso in campionato non lascia presagire nulla di buono, ma le prestazioni offerte in gare secche e, in particolare, il percorso trionfale in Coppa Italia chissà che non dia un input diverso. Giusto guardare avanti senza farsi illusioni. Nel frattempo la società non sta con le mani in mano.

Un paio di giorni fa è arrivata la comunicazione ufficiale dell’inserimento di una nuova figura che si occuperà dell’area marketing & sales, Salvino Sinatra, in un’ottica di valorizzazione del brand Catania. Ovviamente non sarà l’unica novità interna alla struttura societaria rossazzurra. Ad esempio un cambiamento significativo si attende nell’area sportiva del club. Lo stesso vice presidente Vincenzo Grella, che resta un punto cardine nella visione di Pelligra, ha ammesso a più riprese i propri errori e che l’asset del club farà registrare l’innesto di nuove professionalità per innalzare il livello e migliorare laddove si rende necessario.

Vedi l’ingresso di un Direttore Sportivo capace, eccellente nell’area scouting, nella individuazione degli uomini giusti ma anche nella gestione della vita di spogliatoio. Nelle ultime ore è stato ufficializzato il prolungamento contrattuale del calciatore Alessio Castellini. Ed è un segnale forte, nell’ottica di un progetto che mira a costituire basi solide per un ambizioso futuro, ripartendo dal giocatore forse più rappresentativo, patrimonio dal valore indiscusso di questo Catania.

Il presente dice che la squadra di Zeoli è in corsa per il salto in B, dopo avere temuto seriamente di sprofondare nei playout. Solamente il campo dirà cosa potrà accadere ancora nella stagione dei paradossi. Meglio volare basso, lo ribadiamo. Intanto la società si muove sin d’ora in ottica futura. A differenza dello scorso anno quando, malgrado l’aritmetica promozione in C ottenuta nel mese di marzo, dalla costruzione di una macchina perfetta o quasi si è assistito ad un prolungato immobilismo fino ad arrivare alle criticità note. La strada è ancora lunga, ma ecco un primo punto di (ri)partenza dopo un’annata complicata, intrisa di situazioni particolari e difficili.

***CLICCA QUI per mettere MI PIACE alla nostra pagina Facebook***