CASERTANA: conosciamo meglio l’avversario. Castaldo pericolo numero uno, Pascali e Rainone guidano la difesa, centrocampo tecnico ed esperto

0
585
Luigi Castaldo

Organico importante, quello dei falchetti che domenica affronteranno il Catania

Settimana di lavoro standard per il Catania dopo numerosi impegni ravvicinati. Domenica pomeriggio, avversaria la Casertana allo stadio “Angelo Massimino” contro una squadra costruita per vincere il campionato ma che, invece, ha deluso le attese. La formazione allenata dal duo Esposito-Di Costanzo si sta pian pianino riprendendo da quando ha avuto inizio il girone di ritorno, soprattutto in casa. Adesso proverà a mettere i bastoni tra le ruote ai rossazzurri. L’organico dei falchetti è formato da nomi importanti per la categoria.

In difesa spicca la presenza del capitano Rainone, autorevole guida del reparto ed insidioso sugli inserimenti attraverso i calci piazzati. Il neo acquisto Pascali si è subito messo in evidenza ed è un altro difensore di livello. Se recupera dall’infortunio, occhio alle capacità di spinta del terzino Pinna. A difendere i pali, dallo scorso dicembre, si punta con decisione sul portiere lituano Adamonis, in prestito dalla Salernitana. In mezzo al campo livello elevato con un mix di tecnica ed esperienza assicurato da Vacca (Parma), D’Angelo (Avellino) e Zito (Salernitana).

Gli ultimi due sono tuttavia infortunati, ma lo staff medico rossoblu proverà a rimetterli in sesto quanto prima e almeno uno dovrebbe recuperare in tempo per Catania. Il duttile De Marco è un altro calciatore importante nello scacchiere tattico dei falchetti. Il reparto offensivo, già di suo ben attrezzato con il riconfermato Stefano Padovan, fa registrare inoltre la presenza in rosa di elementi come Nicola Mancino, Antonio Floro Flores e specialmente Luigi Castaldo, attuale capocannoniere del girone C (nella foto con la maglia dell’Avellino, ndr).

Mancino conosce benissimo la Lega Pro, possiede estro e fantasia, mentre il secondo ed il terzo sono autenticamente un lusso per la categoria. Floro Flores vanta una militanza nei campi di Serie A e B ma ha fatto i conti con problemi di natura fisica che ne hanno pregiudicato rendimento e continuità. Castaldo, invece, ha rappresentato fino allo scorso anno una garanzia assoluta in cadetteria segnando raffiche di gol e rappresenta la minaccia principale da respingere per il Catania.

***CLICCA QUI per mettere MI PIACE alla nostra pagina Facebook***