FUTURO CATANIA: Sigi attende i successivi passi del Tribunale, Finaria lavora sulla grana stipendi

0
1659
Torre del Grifo Village, Centro Sportivo Catania

Qualche giorno di ritardo fisiologico visti i tempi risicati imposti dal Tribunale, ma la documentazione è stata preparata nella sua interezza. Inviata entro il termine di cinque giorni la relazione di Finaria sulla proposta d’acquisto della Sigi, la nuova SpA si è attivata affinchè il Tribunale abbia in mano tutto l’incartamento richiesto. L’offerta è nota: un milione di euro con l’impegno ad assorbire l’intera massa debitoria, includendo nel pacchetto Torre del Grifo Village, struttura al centro del progetto di rilancio economico e sportivo pensato dalla Sigi.

Entro la prossima settimana potrebbe già essere fissato il termine per avviare la procedura competitiva finalizzata alla ricerca di eventuali migliori offerenti. La palla passa, quindi, al Tribunale che deciderà in questo senso e, nel frattempo, vigila nell’ambito del concordato preventivo in bianco, assicurandosi che entro luglio (più eventuale proroga) venga realizzato un piano di rientro efficiente. Piano che, peraltro, dovrà anche essere accettato dai creditori.

Se la Sigi osserva una fase di attesa, Finaria si muove per provare a risolvere al più presto il nodo stipendi. Sono risapute le difficoltà da tempo incontrate su questo versante. Ne fanno le spese calciatori (per alcuni dei quali c’è il rischio svincolo) e dipendenti che ruotano attorno al Calcio Catania. Come sottolineato dal Sindaco Salvo Pogliese, nell’ottica di un’eventuale decisione definitiva del palazzo del calcio di riprendere la stagione in Serie C, Finaria sarebbe disponibile ad una erogazione straordinaria degli stipendi al fine di disputare i Play Off.

Il Fondo salva calcio stanziato dalla FIGC anche per i club di Lega Pro (fino a 5 milioni) potrebbe in parte venire in soccorso alle esigenze del Catania, ma bisognerà inoltre rispettare i protocolli sanitari, e anche questi hanno un costo. Mentre da un lato tiene banco la trattativa per la cessione del club, dall’altro c’è un’attività gestionale da portare avanti, con tutte le problematiche del caso. Il mese di giugno è iniziato da circa una settimana, ogni istante è prezioso per la definizione del futuro. Necessaria una considerevole dose di buon senso e celerità per dare impulso alla cessione del club.

===>>> PAGLIARA fa chiarezza: “Sigi, proposta al Tribunale attraverso un bando. Procedura competitiva speriamo al via prima possibile”

===>>> CATANIA: primi ricorsi al Collegio Arbitrale, la squadra rischia di perdere pezzi

 

***CLICCA QUI per mettere MI PIACE alla nostra pagina Facebook***