CATANIA: sta per iniziare la nuova avventura. Con Pelligra la speranza di un grande rilancio

0
957
foto La Sicilia

Mercoledì 13 Luglio 2022 sarà una data storica e scolpita indelebilmente nella memoria di ciascun tifoso rossazzurro. Alle ore 9:00 presso lo studio notarile Bandieramonte di Venezia verrà costituita ufficialmente la nuova società etnea. Dopo l’investitura istituzionale dello scorso 28 Giugno ed il primo bagno di folla ricevuto allo stadio “Angelo Massimino”, Ross Pelligra ed il suo team sono pronti a mettere nero su bianco le proprie intenzioni creando formalmente il nuovo sodalizio calcistico cittadino. Sono tantissime le speranze e le aspettative che i tifosi ripongono nell’imprenditore siculo-australiano, sbarcato nella “Trinacria” non soltanto per mero business ma anche per l’amore e la passione, trasmessi dai suoi familiari, nei confronti di una terra tanto bella quanto problematica. Nei piani dello “Zio Saro” si parla di un rilancio della città a 360º per cui il mondo del calcio sarà soltanto il punto di partenza dal quale intraprendere un percorso che nei prossimi anni potrebbe far rifiorire la piazza etnea come non accadeva ormai da tempo immemore.

Negli ultimi anni la gestione societaria e l’andamento sportivo del Calcio Catania sono stati lo specchio perfetto del percorso amministrativo comunale: pessima organizzazione, mancanza di idee, progettualità e, soprattutto, una scellerata gestione delle risorse economiche che hanno portato al collasso l’intero sistema. Se però i buchi di bilancio ed il debito pubblico cittadino in qualche modo possono essere attenuati, i debiti che il Calcio Catania aveva contratto con enti pubblici e privati ne hanno determinato la scomparsa definitiva, logorando pian pianino tutta la gioia e l’entusiasmo residui dall’animo di ciascun tifoso. La perdita della storica matricola (22 Dicembre 2021), i tentativi andati a vuoto di salvare il salvabile e la cancellazione anche del vecchio titolo sportivo (9 Aprile 2022) sono ferite che neanche lo scorrere inesorabile del tempo potrà mai cancellare, sebbene possano in qualche modo essere mitigate da un nuovo e vincente percorso sportivo a tinte rigorosamente rossazzurre.

Il Pelligra Group sembrerebbe avere le idee molto chiare sul percorso da intraprendere, volendo creare un nuovo modello sportivo che valorizzi tanto il settore giovanile, vero patrimonio tecnico ed umano di una squadra calcistica, quanto il territorio, acquisendo, rilanciando ed ammodernando le infrastrutture più importanti. Dopo anni di trascuratezza e degrado, Torre del Grifo diventerà nuovamente il fiore all’occhiello del Catania Calcio attraverso dei lavori di riqualificazione che porteranno il centro sportivo verso un percorso gestionale, manutentivo e di fruizione molto più moderno e sostenibile. Considerando però che il Village è attualmente sotto il controllo della curatela fallimentare, si dovrà rispettare e perseguire tutto l’iter burocratico/legislativo prima di acquisirne definitivamente la proprietà. Sarà necessario, allora, sopperire a questa mancanza identificando una sede provvisoria sia per il club che per gli allenamenti.

A tal proposito sono varie le opzioni possibili riguardanti il luogo di svolgimento della preparazione settimanale e, anche in questo caso, nei prossimi giorni verranno sciolte le riserve comunicando la decisione definitiva. Altro aspetto di primaria importanza è lo stadio “Angelo Massimino”, struttura ormai vetusta e poco funzionale. Ross Pelligra, il cui core business si fonda proprio sulla riqualificazione strutturale degli edifici, ha intravisto nella principale arena cittadina un potenziale che forse nessun altro ha ancora percepito, immaginando di valorizzare l’ubicazione proprio in centro città realizzando una serie di opere che possano rendere funzionale e fruibile la struttura non soltanto durante la partita ma in ogni singolo momento della giornata. Oltre a ciò nei piani del nuovo proprietario vi è anche quello di ammodernare la struttura in sè, operando un restyling molto deciso che proietterà lo stadio catanese verso il nuovo millennio. Prima di realizzare tutto questo sarà però necessario ottenere una licenza gestionale pluriennale (permettendo così al gruppo di operare con la massima libertà) e vedere come si svilupperanno i lavori già programmati dal Comune che verosimilmente partiranno all’inizio di questa stagione.

Altri settori che non potranno essere trascurati sono il marketing ed il merchandising, ambiti che sicuramente verranno valorizzati, programmando l’apertura di servizi fondamentali come il Catania Point e l’e-commerce. Da non escludere, infine, una possibile partnership tra la città di Catania e l’Australia. Ross Pelligra sembrerebbe essere il grande principe azzurro disposto a salvare Catania ed il Catania in sella al proprio destriero. Come sempre solo il tempo potrà dire se questi buoni propositi si concretizzeranno in una bellissima e duratura favola o se invece il tutto si trasformerà soltanto in un’effimera illusione. Il popolo rossazzurro attende lo scorrere degli eventi, sperando in una nuova e rigogliosa rinascita che permetta di parlare finalmente di calcio giocato.

***CLICCA QUI per mettere MI PIACE alla nostra pagina Facebook***