VERSO MESSINA-CATANIA: carica e la giusta tensione. Le probabili formazioni

0
462

Il Catania per avvicinarsi alle posizioni d’alta classifica, il Messina per tirarsi fuori dalla zona calda. Momenti diversi, ma entrambe le squadre sono alla ricerca dei tre punti. Rossazzurri in serie positiva da tre partite (quattro includendo la Coppa Italia), ma brucia ancora la mancata vittoria di domenica scorsa. Vincere avrebbe fatto schizzare alle stelle il morale in casa etnea, il Catania ci riproverà a Messina recuperando i punti persi contro la Virtus Francavilla. Lucarelli punta forte sull’aspetto emotivo, consapevole che ci sarà da battagliare sul rettangolo verde nel contesto di una gara molto sentita in terra peloritana, un po’ meno a Catania ma è pur sempre un match ricco di storia e significati che vanno oltre l’importanza ai fini della classifica.

Catania che dovrà essere pronto soprattutto sul piano mentale. Anche perché in questi giorni vari giocatori del Messina non hanno fatto altro che preannunciare una prova di grande impegno e spirito di sacrificio provando a fare bottino pieno. Facile attendersi, pertanto, un avversario carico a mille. Non è prevista una cornice di pubblico importante e non ci saranno tifosi residenti nella provincia etnea perché così hanno deciso di organi competenti (c’era da aspettarselo dopo il divieto imposto ai messinesi in Coppa Italia).

Tra i rossazzurri convocati non figurano i soli Rizzo e Ladinetti, ma qualche altro giocatore non è al 100%. Per il resto la lieta notizia è rappresentata dalla disponibilità di Di Carmine, spetta a Lucarelli decidere se farlo giocare dal 1’ oppure a gara in corso. In tal caso ci sarebbe spazio inizialmente per Dubickas. De Luca, invece, attraversa un buon momento di forma ma Lucarelli preferisce impiegarlo in corso d’opera. Il 4-2-3-1 potrebbe mutare nell’arco dei 90’ in 4-3-3, giocando a specchio. In tal caso Rocca (o Deli) scalerebbe nella linea mediana che dovrebbe essere completata da Zammarini e Quaini, ma attenzione all’ipotesi Zanellato. Linea difensiva probabilmente formata da Castellini, Silvestri (Lorenzini), Curado e Mazzotta. Chiricò, il già citato Dubickas e Marsura (Bocic) in avanti. Il Messina dovrebbe rispondere con Fumagalli in porta; Salvo (Tropea), Manetta, Pacciardi e Ortisi in difesa; Frisenna, Firenze e Scafetta a centrocampo; Ragusa, Plescia ed Emmausso in avanti.

La gara sarà diretta da Daniele Virgilio della sezione di Trapani, coadiuvato da Matteo Pressato (Latina) e Franck Loic Nana Tchato (Aprilia). Quarto ufficiale Mattia Ubaldi (Roma 1). Fischio d’inizio alle 20:45. E’ prevista la copertura televisiva gratuita della partita su Sestarete (canale 81 del digitale terrestre) in tutta la Siciia, inoltre è visibile per i possessori di abbonamento su Sky Sport (canale 253 del satellite), in live streaming su Sky Go e la piattaforma NOW.

***CLICCA QUI per mettere MI PIACE alla nostra pagina Facebook***