EX ROSSAZZURRI – Spinesi: “Vietato passi falsi col Benevento. Il Catania dovrà crescere sul piano dell’esperienza, scegliendo gli uomini giusti per la piazza”

0
584
Gionatha Spinesi

Gionatha Spinesi, ex attaccante del Catania, dopo alcune recenti dichiarazioni (clicca qui) è intervenuto anche ai microfoni di TMW Radio nel corso della trasmissione ‘A Tutto C’:

“Ho vissuto Catania per 14 anni e la continuo a vivere, conosco molto bene tutte quelle che sono le situazioni anche esterne. L’obiettivo principale era il campionato e attraverso la Coppa Italia il Catania si è potuto garantire spareggi a una fase molto avanzata, perdendo di vista però l’obiettivo primario, ovvero togliersi prima possibile dai playout. Avevano sette punti di vantaggio sulla Turris, se li sono fatti riprendere piano piano e il primo tempo con il Sorrento è emblematico del periodo che sta vivendo il Catania. Servirà unione con il pubblico e su questo non c’è mai stato il dubbio, servirà la spinta giusta in questo match da dentro o fuori. Affronta un avversario difficilissimo visto che il Benevento è la squadra che ha fatto più punti nel girone di ritorno ed il cui destino dipende dall’Avellino, con il vantaggio di giocare in casa. Il Catania non può fare ulteriori passi falsi giocando dal primo minuto per dare tutto, anche perché è molto probabile che le inseguitrici facciano bottino pieno”.

“Se dovesse centrare i playoff, il Catania può veramente essere la mina vagante e vincere i playoff? Lo ha dimostrato con il Padova, lo ha dimostrato nella Coppa Italia, il Catania su partita secca e sui 180 minuti può battere chiunque. È la terza squadra che ha speso di più in Serie C e in più ha una spinta enorme dal pubblico, in Serie C non c’è una squadra che possa avere questo supporto”.

Il Catania dovrà crescere sotto il profilo dell’esperienza. Nella scelta di uomini e giocatori che prima di tutto siano a conoscenza della vera realtà di Catania. A Catania puoi perdere, ma quando dai tutto non c’è nessun tipo di problema. I problemi ci sono quando provi a dare tutto e non ci riesci. Hai bisogno fortemente di un attaccante da 20 gol, di giocatori calati nel progetto perché non è facile giocare al sud ed in una realtà come Catania, dove comunque ti viene restituita una passione straordinaria. I tifosi ti fanno vivere attraverso la genuinità l’amore per questi colori, quello che loro sentono davvero. Se sei un briciolo sensibile è inevitabile che tu possa percepire cosa è Catania e cosa è la partita del Catania per i catanesi. Questo ti porta a dare quel qualcosa in più che magari in altre piazze non dai ma servono giocatori con le spalle larghe, con gli attributi e la consapevolezza della maglia che indossano”.

“Quando la società progetta con una economicità importante e un piano di risalita, è importante mettersi a tavolino prima del calciomercato, scegliendo in primis l’allenatore adatto, parlando con lui, chiedendogli i giocatori di cui ha bisogno per esprimere nel migliore dei modi le sue idee di calcio. Questo ti fa capire se una società realmente vuole impostare un progetto vincente”.

***CLICCA QUI per mettere MI PIACE alla nostra pagina Facebook***