FRISON: “Elenco infinito di problemi personali, tra cui attacchi di panico. Diversi club interessati in C, valuterei di andare anche all’estero”

0
1026
Alberto Frison

Momento difficile nella carriera dell’ex portiere del Catania Alberto Frison, come sottolineato in un’intervista concessa a sanniosport.it. Queste le parole più significative:

“Beh, se vogliamo parlare di tutti i “problemi personali ” che mi attanagliavano, quello che ci sarebbe da elencare è troppo lungo. Come dice la parola, sono cose personali, e quindi posso giusto dire che uno dei motivi per cui sono stato fermo un anno è stato dovuto ad attacchi di panico. Fortunatamente ora mi sono lasciato tutto alle spalle, e non vedo l’ora di rimettermi in gioco, indossare i guanti e le scarpe e tornare in campo come una volta”.

“Per me l’importante sarà solo giocare, perché è solo giocando che si può arrivare a puntare a grandi livelli. E’ questo il mio obiettivo principale. So che c’è gente che si aspetta molto da me, dopo quasi 100 gare in B, 18 in serie A e una 30ina in Serie C, sembrerebbe che la mia dimensione possa essere la serie B, ma questo non mi importa, ho solo voglia di ripartire alla grande trovando una squadra che possa darmi continuità, qualunque sia la categoria. Dove vado, vado, fosse anche all’estero per me andrebbe più che bene”. 

“Attualmente sono svincolato, ero ripartito con la Sambenedettese, e poi a gennaio ero passato al Racing Club Roma dove però non ho trovato spazio. Sono continuamente in contatto col mio nuovo procuratore che mi sta dando una grossa mano per cercare una nuova squadra. A dire la verità ci sono diversi interessamenti, soprattutto da parte di squadre di Serie C, e spero vivamente che qualcosa arrivi presto a concretizzarsi, visto che negli ultimi due anni ho giocato veramente poco, ciononostante so che posso dare ancora molto al mondo del calcio”.

***CLICCA QUI per mettere MI PIACE alla nostra pagina Facebook***