CATANIA: uno sguardo alla squadra che verrà. Nuova rifondazione in vista, si riparte da Sarno e Di Piazza?

1
1281
Vincenzo Sarno

Seppur scottato per la cocente eliminazione dai play-off, in casa Catania è tempo di bilanci di fine anno e di programmazione futura. Il sodalizio etneo dovrà programmare il quinto campionato consecutivo di Serie C partendo dal profilo del nuovo allenatore e dei giocatori che verranno scelti dalla dirigenza per costruire il progetto tecnico.

Si ripartirà dunque con un nuovo allenatore pronto a rimpiazzare Andrea Sottil e tante novità in ogni reparto, a cominciare da chi prenderà il posto di Pisseri in porta. L’estremo difensore emiliano è in procinto di lasciare Catania dopo tre stagioni e un rendimento negativo che ha caratterizzato le prestazioni dell’ultimo anno. Con l’addio di mister Sottil, dovrebbe fare le valigie anche il portiere di riserva Guido Pulidori, giocatore che in precedenza aveva condiviso con il tecnico torinese la più fortunata esperienza in maglia livornese. Resta da valutare Lorenzo Bardini, mentre il portiere della formazione Berretti Damiano Fabiani dovrebbe far parte del nuovo corso rossazzurro.

In difesa l’unico certo della permanenza è il terzino destro Luca Calapai, il cui contratto con il club etneo scade a giugno 2022. Punto di domanda su Tommaso Silvestri, il quale ha deluso le aspettative che avevano accompagnato il suo approdo in rossazzurro la scorsa estate, mentre andranno via Aya, Marchese, Esposito, Ciancio, Lovric e Valeau: quest’ultimo farà rientro alla Roma per fine prestito. Per Joel Baraye, invece, il Catania potrebbe decidere di esercitare il diritto di riscatto del cartellino. Andranno presumibilmente in ritiro con la prima squadra anche i giovani Escu e Bonaccorsi, che saranno valutati dalla dirigenza durante il precampionato assieme agli altri prospetti.

Il centrocampo sarà pesantemente rifondato, in quanto al momento sono certi della conferma soltanto capitan Marco Biagianti, Saro Bucolo e Kalifa Manneh, con punto di domanda legato alla permanenza di Francesco Lodi. Si va verso i saluti per Rizzo, Llama, Angiulli e Carriero, il quale farà rientro al Parma per fine prestito. Il reparto offensivo sarà costruito attorno a Vincenzo Sarno e Matteo Di Piazza, valorizzando i promettenti Liguori, Pecorino, Distefano e Mujkic. Da verificare la permanenza di Curiale e Brodic (il croato è seguito con attenzione da club di B), mentre Alessandro Marotta è dato in uscita. Ha già raggiunto un accordo su base triennale con il Pescara Andrea Di Grazia; rientreranno alla base dai rispettivi prestiti Noce, Fornito, Barisic e Rossetti, così come gli altri giovani che sono stati spediti a titolo temporaneo in giro per l’Italia.

***CLICCA QUI per mettere MI PIACE alla nostra pagina Facebook***

1 COMMENTO

  1. Credo che col Trapani si può Intraprendere qualche Trattativa per qualche Giocatore. Abbiamo Bisogno di Allestire un Centrocampo di Qualità e di Quantità.

Comments are closed.