DIRITTI AUDIOVISIVI – Risarcimento danni (Catania 2010-14): incognita tempo. La nota della Sampdoria

0
793

L’articolo pubblicato ieri si riferiva ad un possibile risarcimento danni di diversi milioni di euro per le società che dal 2010 al 2018 hanno preso parte al campionato di Serie A, tra queste il Catania (nel caso del club rossazzurro dal 2010 al 2014). A proposito della vicenda pubblichiamo l’estratto di un documento ufficiale stilato un paio di giorni fa dalla Sampdoria all’interno di un fascicolo contenente il bilancio societario al 31 dicembre 2019:

“In data 20 gennaio 2020, l’Assemblea della Lega Serie A ha deliberato di promuovere azione risarcitoria nei confronti di MP Silva Srl in liquidazione, MP Silva Holding SA, Ba Italia Srl in liquidazione, B4 Capital SA in liquidazione, BE4 SARL, IMG Media Limited, IMG Worldwide LLC che sono state ritenute (v. decisione AGCM del 24 aprile 2019) responsabili di un cartello finalizzato a ridurre il corrispettivo della licenza dei diritti audiovisivi internazionali del campionato di calcio di Serie A per il periodo 2010/2018. La Lega Lega ha chiesto un parere ad un esperto indipendente che ha quantificato il danno nell’importo di circa 1.5 miliardi di euro. Nel giudizio promosso dalla Lega, la Società spiegherà intervento autonomo adesivo. Il danno eventualmente riconosciuto dal Tribunale andrebbe ripartito tra i club che hanno partecipato ai campionati di Serie A nel periodo in questione sulla base delle percentuali di ripartizione di ciascun campionato.

L’incognita è costituita dalle tempistiche di risoluzione della controversia legale, a meno che non si arrivi ad una transazione per accorciare i tempi ma ci vorranno probabilmente mesi.

***CLICCA QUI per mettere MI PIACE alla nostra pagina Facebook***