PAGELLE DI REPARTO: difesa allegra ma Pinto segna un gol da playstation, Biondi cuore rossazzurro, Curcio si sveglia nella ripresa

0
1245

Al termine della partita che il Catania ha vinto allo stadio “Angelo Massimino” contro la Virtus Francavilla, realizziamo le consuete pagelle di reparto. Per quanto riguarda i singoli, in particolare evidenza Biondi, Pinto e Curcio.

DIFESA, 5.5

Grande difficoltà nei primi 20′, con Perez e Vazquez che affondano i colpi sfruttando le chiare amnesie della retroguardia. In occasione dello 0-1 il Catania è sbilanciato in avanti e subisce la ripartenza francavillese, finalizzata da Perez che rappresenta uno dei migliori attaccanti della categoria. Mai lasciargli spazi invitanti perchè sa essere letale. Idem il compagno di reparto, che sorprende la difesa catanese sugli sviluppi di un corner. Sulla corsia di destra si vede poco Calapai, mentre Pinto non riesce a trovare i giusti equilibri all’inizio, ma cresce esponenzialmente nella ripresa. Fino ad arrivare al gol “da playstation” del definitivo 3-2: fa tutto solo sulla fascia, entra in area, elude qualsiasi marcatura e trafigge Poluzzi. Nel secondo tempo meno irruento Mbende e più attento Silvestri. In porta qualche imperfezione ma complessivamente fa il suo Martinez, preferito a Furlan.

CENTROCAMPO, 6

Mister Lucarelli opta per lo schieramento di Vicente e Salandria dal 1′ nel tradizionale 4-2-3-1. L’ex Juve Stabia si limita a disputare una gara d’ordine, rivelandosi pulito nei contrasti. Svolge il compitino, ma nel primo tempo va in difficoltà subendo l’aggressività ed il pressing del folto centrocampo francavillese. Inoltre non salgono i giri del motore di Salandria, che deve aspettare la seconda frazione per carburare. Entrambi sono in forte crescita durante la ripresa, per poi entrare in debito d’ossigeno suggerendo al mister di optare per la loro sostituzione. Capitan Biagianti suona la carica, Welbeck randella a sufficienza prestando attenzione a non rimediare il secondo giallo (il primo comminato ingiustamente, ndr).

ATTACCO, 6.5

Il Catania produce diverse occasioni da gol. Curcio dai due volti: primo tempo sonnecchiante, secondo vissuto da protagonista trasformando con freddezza il rigore del momentaneo 2-2 e andando vicino alla doppietta personale. Tra i migliori in campo, senza esitazione alcuna, il catanese Biondi. Nel momento di maggiore difficoltà, prende in mano la squadra ed accorcia le distanza scuotendo il gruppo. Motorino instancabile sulla fascia, Biondi entra subito in campo con lo spirito giusto. Non si scorge il nome di Curiale nel tabellino dei marcatori ma la punta ex Frosinone ha offerto una prova di generosità e carisma, combattendo come un leone tra le maglie della difesa pugliese. Capanni mette in mostra qualche spunto interessante e non dispiace, saltando l’uomo con discreta disinvoltura. I neo entrati Mazzarani, Barisic e Beleck lottano con il resto della squadra.

***CLICCA QUI per mettere MI PIACE alla nostra pagina Facebook***