PAGELLE DI REPARTO: Confente attento, Russotto illumina e Di Piazza incide

0
655

===>>> Vota il migliore rossazzurro in campo

Nonostante il risultato dica il contrario (0-3) Catania e Bisceglie hanno battagliato fino al 60’, poi sono stati bravi gli etnei a sfruttare le ingenuità difensive dei padroni di casa ed agguantare una vittoria fondamentale in termini di morale e classifica (Elefante adesso a -2 dal Catanzaro e +3 dalla Juve Stabia). Di seguito le pagelle di reparto:

Difesa 6: Nonostante la qualità dei nerazzurri non sia eccelsa in qualche circostanza la difesa etnea non è sembrata prontissima. Nel complesso comunque è stata abbastanza buona sia la prova di Claiton che, soprattutto, di Silvestri. I due centrali sono apparsi molto precisi sia in marcatura che nei contrasti, inoltre il capitano ha il merito di sbloccare il risultato con un perentorio colpo di testa, imprimendo una svolta alla gara. Discreto invece Denis Tonucci. L’ex Foggia non sempre è stato pulito nelle chiusure, commettendo troppi falli. Buona la prestazione di Confente. Il portiere veneto si dimostra molto attento e concentrato quando sfodera una gran parata a risultato ormai definitivamente acquisito.

Centrocampo 6: nel 3-5-2 iniziale si rivede dal 1’ Maldonado. Il regista etneo non lesina impegno, appare ancora abbastanza timido in fase di impostazione. Le sue qualità tecniche però emergono nei calci piazzati, infatti è suo l’assist per Silvestri che indirizza il match verso binari decisamente favorevoli. In chiaroscuro Dall’Oglio. Per il numero 23 la stanchezza incomincia a farsi sentire, sfoderando una prestazione abbastanza anonima. Il centrocampista toscano invece offre una prova più di sostanza che di qualità con tanta legna e corsa in mezzo al campo. Welbeck entra a risultato quasi intascato ma ha il merito, con il suo pressing, di portare all’errore la retroguardia pugliese e consentire a Di Piazza di calare il tris. Si rivede in campo anche Mariano Izco. L’argentino però entra a 10’ dalla fine senza poter incidere in modo significativo. Calapai sta cercando di ritrovare lo smalto dei tempi migliori ma soffre soprattutto nel primo tempo la corsa di Giron. Sale in cattedra nella ripresa. Albertini invece viene adattato nella corsia mancina (a causa delle contemporanee assenze di Pinto e Zanchi) e, pur non riuscendo a spingere con continuità, si rende molto utile in fase di copertura.

Attacco 6,5: Ancora una volta la palma di migliore in campo se la prende Andrea Russotto. Il folletto rossazzurro non appare pimpante come nelle precedenti uscite ma con la sua classe riesce sempre a rendersi pericoloso. Meravigliosi i due assist del primo tempo non sfruttati da Di Piazza, mentre si dimostra freddo e lucido quando, a tu per tu con Spurio, realizza a fil di palo la sua prima rete stagionale in maglia etnea. Dai due volti la performance di Matteo Di Piazza. Nella prima frazione si divora il vantaggio in due circostanze (la seconda però era in fuorigioco) mentre nella ripresa sigla due gol (il primo annullato sempre per offside). Quando è in giornata riesce a dimostrarsi un valore aggiunto ma non deve lasciarsi trasportare dall’istinto e dalle emozioni. Se riuscisse a placare questo lato caratteriale potrebbe davvero essere l’uomo in più dell’attacco etneo. Impalpabile Francesco Golfo. È vero che entra sul 2-0 ma in mezz’ora non riesce a rendersi pericoloso. Poco convinto, ci si aspetta di più. Sarao entra al minuto 77 per far rifiatare Di Piazza. Sgomita e lotta ma la partita non ha più nulla da dire. Da segnalare infine l’esordio stagionale per Agapios Vrikkis. L’esterno ex Napoli Primavera è il primo cipriota ad indossare la casacca rossazzurra. In 10 minuti non ha avuto il tempo per incidere ma si è comunque reso protagonista di qualche buona discesa sulla fascia.

***CLICCA QUI per mettere MI PIACE alla nostra pagina Facebook***