VERSO CATANIA-BARI: i rossazzurri ritrovano Mignani, quei playoff dal sapore amaro della beffa…

0
237
Michele Mignani

Dal 2015 il Catania continua a militare in Lega Pro non riuscendo a venir fuori da una categoria infernale. L’appuntamento di domenica pomeriggio contro il Bari fa tornare in mente la semifinale playoff disputata con il Siena nel 2018. Sì, perchè sulla panchina bianconera sedeva Michele Mignani, attuale allenatore dei pugliesi. Mignani riuscì a costruire le basi per l’accesso alla finalissima di Pescara, poi vinta dal Cosenza, attraverso l’1-0 maturato nella gara d’andata al “Franchi”. Gol messo a segno da Marotta, attaccante che avrebbe vestito l’anno successivo proprio la maglia rossazzurra.

Il match di ritorno vide il Catania attaccare a testa bassa dopo il vantaggio-shock ospite di Santini. Curiale al 59′ pareggiò i conti in un “Massimino” stracolmo che spinse in tutti i modi la squadra dell’Elefante. Al 71′ uno dei tanti penalty trasformati impeccabilmente in carriera da Ciccio Lodi permise ai rossazzurri di capovolgere il risultato, ma non bastò per evitare la lotteria dei rigori. Nel corso dei tempi supplementari anche il palo disse di no al Catania sugli sviluppi di una punizione sontuosa calciata dal solito Lodi. I ragazzi allora guidati da Cristiano Lucarelli spesero molte energie. Ai rigori fu decisivo l’errore di Mazzarani, che cadde a terra disperato perchè dopo un’annata vissuta ad alti livelli gli etnei dovettero porre fine al sogno Serie B. Quei playoff dal sapore amaro di beffa sono un ricordo ancora vivo. E domenica sarà di nuovo Catania contro Mignani, stavolta in uno stadio con pochi tifosi al seguito viste anche le restrizioni anti-Covid.

***CLICCA QUI per mettere MI PIACE alla nostra pagina Facebook***