L’EDITORIALE – Incidente di percorso, ma al Catania non manca il carattere

0
786

Si torna a parlare della concretezza del pacchetto offensivo e delle amnesie della difesa del Catania. Inevitabile dopo il pareggio di ieri tra i rossazzurri e la Virtus Francavilla (1-1). In realtà c’è molto di cui poter parlare a seguito del match andato in scena al Massimino, ma entreremo nel merito delle questioni tattiche proprio nel focus che pubblicheremo domani sul tema. Dalla difesa all’attacco, ieri sono emerse alcune delle carenze che hanno caratterizzato l’inizio della stagione 2023/24.

A differenza del passato, però, ci sentiamo di parlare in questa circostanza di un incidente di percorso. Sia perché Artistico, in occasione della rete del vantaggio pugliese, sfrutta sì l’errore di Curado ma comunque si rende protagonista di una bella azione, e nel calcio anche questo ci sta, sia perché in attacco gli etnei hanno pagato l’assenza di interpreti importanti come Di Carmine (per dei fastidi fisici) e Sarao (squalificato). Polveri bagnate per l’attacco rossazzurro, episodio che può capitare dietro.

Il risultato è un pareggio, e se vogliamo vedere il bicchiere mezzo pieno questo è un buon segno. In altre circostanze si sarebbe anche potuto perdere. Viene premiata la caparbietà del gruppo, che non ha mollato, ma anche la capacità di Lucarelli di leggere l’incontro operando i giusti cambi (entreranno nell’azione del gol proprio due nuovi entrati). Per De Luca una rete che scaccia definitivamente i fantasmi di un inizio stagione tribolato. Con le due reti, tra coppa e campionato, è stato sfatato il tabù Massimino ed avanza ulteriormente la candidatura ad un ruolo da protagonista nel gruppo.

Questo segnale di carattere, volontà e determinazione è ciò da cui vogliamo partire oggi – il day after – per analizzare ciò che abbiamo visto ieri. Un incidente di percorso, appunto, che deve comunque portare a delle riflessioni sulle necessità di rinforzamento dell’organico a gennaio, se l’obiettivo fosse quello di provare un oggi improbabile salto di categoria.

Un pari da non buttare perché, si sa, quando non si può vincere l’importante è non perdere e ieri difensivamente parlando la Virtus Francavilla ha fatto una buona partita, anche con il supporto di un pizzico di fortuna.

***CLICCA QUI per mettere MI PIACE alla nostra pagina Facebook***