PAZIENZA (all. Avellino): “Poco cattivi, poco incisivi. Catania più bravo di noi in zona gol. Sabato ci servirà la nostra gente

0
1734
foto ilmattino.it

L’allenatore dell’Avellino Michele Pazienza commenta in questi termini la sconfitta di misura riportata a Catania:

La squadra ha trovato delle difficoltà soprattutto nella parte iniziale dove con palle lunghe sugli attaccanti siamo stati un pò morbidi nei duelli e loro hanno preso campo, poi abbiamo cominciato ad occupare bene gli spazi, sapevamo che non sarebbe stato facile soprattutto trovare ritmo. Bisogna riprendere quelle situazioni di gara che ci sono mancate in questo periodo. Per quanto tu possa provare a creare degli allenamenti che si avvicinino alla gara, fai fatica in tal senso. Questo però non deve rappresentare un alibi, i ragazzi hanno lavorato e messo ritmo nelle gambe, lo porteremo nella gara di sabato”.

“Abbiamo prodotto pochissimo. E’ dovuto anche agli avversari che, dopo la prima parte nella quale hanno avuto una partenza feroce, hanno lavorato spesso e volentieri con dieci uomini sotto la linea della palla, e noi – come già successo anche in campionato – siamo andati in difficoltà a trovare tempi e spazi per attaccare e impensierire la difesa avversaria. Nel primo tempo in una circostanza c’eravamo riusciti con Sgarbi, con il portiere avversario che ha fatto un ottimo intervento. Anche nella ripresa siamo stati poco cattivi, poco incisivi, un po’ lenti nello sviluppo della manovra creando una sola occasione respinta da un difensore”.         

In linea di massima ci aspettavamo questo Catania, una squadra che con il cambio di allenatore lavora con dieci uomini sotto la linea della palla, che si mette lì, una squadra di categoria. Sabato ci sarà da alzare molto di più i ritmi, attaccare molto di più gli spazi che ci concederanno, dovremo stimolare a tal proposito la squadra con dei movimenti, situazioni di gioco o uomini con caratteristiche diverse qualora non dovessero concederceli. Occorrerà una prestazione super e ci servirà la spinta della nostra gente per superare il turno. E’ stata una partita abbastanza in equilibrio, Catania molto più bravo di noi a sfruttare la situazione creata. Come spesso accade in questa categoria, chi è più bravo a concretizzare quanto creato porta a casa il risultato, noi dobbiamo lavorare anche in queste situazioni”.

***CLICCA QUI per mettere MI PIACE alla nostra pagina Facebook***