IGNOFFO (all. Avellino): “Dura prendere sei gol dal Catania, eravamo spaventati…”

0
1758
foto anteprima24.it

L’allenatore dell’Avellino Giovanni Ignoffo commenta il pesante passivo subito contro il Catania. Ecco quanto evidenziato da tuttoavellino.it:

“Oggi l’unica cosa che posso rimproverare ai ragazzi è quello di essere stati troppo spaventati e timorosi. Affrontare un Catania con uno spessore tecnico importante già non era facile. Ma è mancato anche il carattere in alcuni aspetti. Ho visto calciatori affaticati. Non puoi concedere metri al Catania. Miglioreremo tanti aspetti. Quando concedi, ripeto ad una squadra con qualità sembra che si veda una squadra remissiva. Non siamo stati propositivi come avrei voluto. Questo mette a nudo tutte le difficoltà sia tecniche che fisiche”.

“Avrei voluto giocarmela con un’altra intraprendenza. Non è stato facile nè per noi, nè per i calciatori in campo. Le batoste fanno male, i tifosi poi ci tenevano tanto al match e siamo più delusi. Ci sono altre componenti, come la condizione fisica e altro. Perdere così in malo modo fa sempre male, non deve avvenire più. Quando siamo sotto di due, tre reti non bisogna disunirci. Migliorare anche sulla gestione ed essere sempre propositivi, migliorare come movimento nel reparto arretrato, bisogna trovare numericamente la rosa. Spero che l’ok dei tre nuovi arrivi ci sia in questa settimana. Manca una punta, il direttore sa dove intervenire.

“So quanto è dura prendere sei gol dal Catania. Mi viene difficile commentare un risultato tennistico. Encomiabili e ora io e tutta la squadra ci sentiamo in debito con i tifosi. Il nosto obiettivo? Fare un campionato tranquillo. Alzare l’asticella delle prestazioni, far rendere al meglio l’intera rosa. Rimane da fare un campionato di media classifica. Il nostro obiettivo rimane quello. C’è da lavorare, siamo in costruzione”.

***CLICCA QUI per mettere MI PIACE alla nostra pagina Facebook***