LA PARTITA SUGLI SPALTI: tifosi da riconquistare e soliti cori anti Lo Monaco. Scambio di “complimenti” con i baresi

1
2092

Timidi applausi ed una vagonata di fischi accompagnano la fine delle ostilità al “Massimino”. Il secondo pareggio consecutivo non viene accolto favorevolmente dai tifosi che continuano incessantemente a manifestare il proprio dissenso nei confronti dell’A.D. Lo Monaco, sempre più nel mirino degli ultras. In occasione di Catania-Bari, il tifo organizzato della Curva Sud continua a disertare come segno di protesta anche all’indirizzo della squadra. E’ ancora indelebile, infatti, il pomeriggio disastroso di Vibo Valentia: un 5-0 visto come profonda mancanza di rispetto verso i colori rossazzurri. Più in generale la serie di risultati negativi in trasferta e come sono maturati.

La Nord, invece, tifa a sostegno del Catania ma non con la solita enfasi. Gli ormai consueti cori anti Lo Monaco non si risparmiano, così come gli inviti ai giocatori a tirare fuori gli attributi chiedendosi “ma quando c… vinciamo?”. La gente pretende di più. Il match di domenica, caratterizzato da una pioggia torrenziale e del tutto inattesa nel primo tempo, ha anche visto protagonisti sugli spalti i sostenitori del Bari. Oltre 300 supporters di fede biancorossa nel Settore Ospiti dello stadio ad incitare i propri beniamini e lanciare sfottò piuttosto espliciti ai rivali storici del Catania.

Una serie di scambi reciproci di vaffa anima le opposte tifoserie. C’è da dire che per lunghi tratti dell’incontro si fanno sentire con maggiore intensità i cori a sostegno del Bari. In Tribuna B, invece, campeggia uno striscione con scritto “C’era una volta… il Calcio Catania”. Tutti ingredienti validi per la creazione di un clima pesante che non aiuta la squadra di Lucarelli e agevola l’avversario. Ma questo non deve essere un alibi, semmai servire da sprone affinchè si torni a trascinare il pubblico dalla propria parte. In che modo? Macinando punti e risultati. A cominciare dalla trasferta di Pagani.

***CLICCA QUI per mettere MI PIACE alla nostra pagina Facebook***

1 COMMENTO

  1. Ci vorrebbe più coraggio? Forse quello di Camplone? Con lui ieri questa partita l” avremmo strapersa. Ciò detto, l’ottimo, “maturato” Lucarelli deve cucinare una buona pietanza con gli ingredienti poveri di cui dispone; ieri l’ha fatto. Per raggiungere i playoff vanno bene anche gli 1-0 e 0-0; intanto con il recupero degli infortunati e con qualche innesto a Gennaio possiamo provare a emulare il Cosenza. Sono curioso di vedere la nuova versione trasferta. Per finire ottimo Biagianti, spento Lodi.

Comments are closed.