TIFO E CONTESTAZIONE: richiesta d’impegno e risultati dalle Curve, che ricordano ‘Bomboletta’

0
748

Sono stati giorni tutt’altro che semplici in casa rossazzurra. Dopo l’incontro con il patron Pulvirenti ed i giocatori a Torre del Grifo, gli ultras hanno regolarmente effettuato le operazioni del tifo garantendo massimo supporto alla squadra nella gara disputata contro il Picerno. Poco più di 1.600 gli spettatori paganti, a questi vanno aggiunti gli abbonati. Non certamente il pubblico delle grandi occasioni allo stadio “Massimino”, in un’atmosfera caratterizzata anche da cori di contestazione all’indirizzo dell’A.D. Lo Monaco (non una novità, ormai) e di richiesta alla proprietà di vendere il Catania (idem).

Sul rettangolo verde, prestazione non eccelsa ma la vittoria è ugualmente arrivata e questa, in un momento delicato, assumeva un peso notevole. Il messaggio che i tifosi hanno inviato ai giocatori è sempre lo stesso dall’inizio del campionato ad oggi: lotta e impegno totale, facendo parlare i fatti. Eloquenti, in tal senso, lo striscione presente in Tribuna B (“Bla, bla, bla…”) e quello esposto in Curva Nord (“Nulla è cambiato… pretendiamo il risultato”).

Le Curve hanno, inoltre, ricordato Angelo “Bomboletta” Di Francesco, sostenitore rossazzurro morto a causa di un terribile incidente stradale cinque anni fa. Presente nella Sud anche una rappresentanza del tifo organizzato del Parma. Una settantina i sostenitori picernesi nel Settore Ospiti. A conclusione del match, malgrado i tre punti, non pochi i fischi indirizzati alla formazione di Camplone, chiamata alla vera svolta domenica prossima contro la Vibonese in Calabria.

***CLICCA QUI per mettere MI PIACE alla nostra pagina Facebook***