DI NATALE: dal Cara di Mineo al Calcio Catania, nuova situazione d’emergenza da affrontare

1
1386

Come noto, l’ingegnere Giuseppe Di Natale, ex commissario prefettizio del Cara di Mineo e già operativo in passato con Giuseppe Caruso – attuale componente del CdA rossazzurro – è stato nominato nuovo Amministratore Delegato del Calcio Catania prendendo il posto del dimissionario Pietro Lo Monaco. Approfondendo i trascorsi di Di Natale, riscontriamo soprattutto l’importanza che racchiuse il suo lavoro svolto insieme al prof. Caruso tra il 2015 ed il 2018 presso il Cara di Mineo, struttura al centro delle inchieste di “mafia capitale” tra voti di scambio e favori connessi all’assunzione di persone all’interno.

In un contesto di grande difficoltà degli ospiti causati dalle lungaggini della burocrazia per aver esaminato il proprio status di rifugiato, il Cara fece registrare in quel periodo una ripresa delle attività gestionali. Venne adibito un prefabbricato per celebrare la messa cattolica, inaugurata una nuova moschea, si intensificarono i corsi di lingua italiana, vene rafforzato il job center riuscendo in diversi casi a far trovare un lavoro agli ospiti, uomini e donne parteciparono attivamente ai progetti dell’orto biologico. La squadra di calcio del Cara di Mineo, interamente composta da rifugiati, scalò presto tre categorie e si intensificarono le attività legate allo sport ed alla musica.

“Avevamo creato con sacrificio e impegno una sorta di Università dell’accoglienza, l’integrazione era già un concetto superato, perché il nostro spirito era quello della condivisione. Ricordo ancora il sorriso di due ragazzi del Camerun nel giorno in cui siamo riusciti a trovargli un posto di lavoro in una struttura per anziani”, ha ricordato l’ex commissario prefettizio Giuseppe Di Natale, uomo navigato nell’affrontare situazioni d’emergenza e che, adesso, avrà un ruolo diverso, delicato e determinante all’interno dell’amministrazione del Calcio Catania.

***CLICCA QUI per mettere MI PIACE alla nostra pagina Facebook***

1 COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.