ESCLUSIVA – Dall’Umbria, Madolini (Calcio Ternano): “Lucarelli profilo giusto per la Ternana, il Catania ha trovato un equilibrio vincente”

0
1059

In vista di Catania-Ternana abbiamo contattato Alessandro Madolini, collega di ‘CalcioTernano.it’ che segue attentamente le vicende della formazione rossoverde. Approfondimento sul match di campionato, con particolare attenzione rivolta allo stato di forma della Ternana:

La Ternana è ripartita da Cristiano Lucarelli in panchina. Quali impressioni hai ricavato fin qui dal tecnico livornese?
“Lucarelli finora mi ha destato un’ottima impressione sia a livello umano e sia a livello tecnico. È un allenatore con le idee chiare e che vuole far giocare a calcio la sua squadra. Adotta una mentalità offensiva e questo in campo si vede. Inoltre è una persona genuina, dice sempre le cose come stanno parlando in modo diretto sia ai proprio calciatori che agli addetti ai lavori. Credo sia il profilo giusto per questa Ternana”.

Quali sono i pregi e difetti di questa Ternana e cosa cambia, in termini di rosa e caratteristiche, rispetto alla gestione Gallo?
“Sicuramente è una squadra con meno difficoltà negli ultimi trenta metri. Nella passata stagione, le Fere, avevano trovato problematicità nell’imbastire l’azione offensiva e nel trovare la via della rete. Adesso con un gioco più arioso e a tutto campo, non incentrato esclusivamente al possesso palla, costruisce tanto in fase avanzata. Ovviamente in sede di mercato la rosa è stata puntellata. Sono arrivati giocatori funzionali al progetto tecnico del mister come Laverone, Boben, Falletti, Peralta e Raicevic per citare quelli più rappresentativi”.

Nella passata stagione i confronti diretti hanno sorriso ai rossoverdi. Adesso, nuovo capitolo tra Catania e Ternana. Ti aspetti un match all’insegna dell’equilibrio?
“Sinceramente non so cosa aspettarmi. Sono due ottime compagini le quali vorranno portare a casa tutta la posta in palio con le unghie e con i denti”.

Che idea ti sei fatto del Catania di Raffaele in questo avvio di stagione?
“Il Catania è sicuramente una squadra temibile. Giuseppe Raffaele è un bravissimo allenatore e lo sta dimostrando anche nell’avventura sotto l’Etna. È un tecnico che, nonostante adotti un modulo spregiudicato, fa giocare bene la sua squadra trovando un equilibrio vincente”.

Corsa promozione. Dove collochi Catania, Ternana e le altre squadre in lotta per il salto di categoria? Ti aspetti sorprese?
“La favorita è senza dubbio il Bari. Subito dopo ci vedo Ternana, Catania, Catanzaro ed Avellino. Le possibili outsider potranno essere il Teramo, Juve Stabia e Palermo”.

L’organico della Ternana vanta numerosi calciatori di qualità. Tra questi, chi sono i più in forma del momento?
“Il direttore sportivo Luca Leone, nonostante le difficoltà della rosa contingentata, ha operato molto bene in sede di mercato. Ad oggi il calciatore da tener d’occhio è Cesar Falletti. Il classe 1992 uruguianano ha siglato 3 reti nelle prime 5 gare del campionato. Oltre a lui c’è un Antonio Palumbo sugli scudi. Il centrocampista napoletano sta trovando condizione ed in mezzo al campo può fare la differenza”.

Quale formazione potrebbe opporre Lucarelli al Catania? 
“Lucarelli potrebbe schierare questi undici: Iannarilli in porta, difesa a quattro con Laverone, Suagher, Boben e Mammarella. Due i centrocampisti davanti alla difesa Palumbo e Kontek. Tre i trequartisti: Furlan, Falletti, Partipilo alle spalle dell’unica punta Raicevic”.

***CLICCA QUI per mettere MI PIACE alla nostra pagina Facebook***