BINDA: “Tacopina ci sa fare. Mercato, Catania-Canotto no. Piace Kresic, De Rose ha molte richieste. Biondi e Pecorino…”

0
4974
Nicola Binda

Intervenuto nel corso della trasmissione televisiva ‘Sport Sicilia Preview’, su Telecolor, il giornalista de “La Gazzetta dello Sport” Nicola Binda commenta il vicino ingresso di Joe Tacopina in società, alcuni rumors di mercato e le ambizioni del Catania in questo campionato:

“Tacopina è un cavallo di Troia, uno che nelle sue precedenti esperienze ha fatto da battistrada a delle proprietà decisamente fortunate. Quando andò alla Roma poi venne seguito da una proprietà che ha dato il via all’era americana giallorossa. A Bologna ha rilanciato il club lasciandolo poi a Saputo, rilancio avvenuto anche a Venezia prendendo il club dalla D e portandolo in B, successivamente lo ha lasciato a Niederauer. Chi poi è arrrivato non lo ha salutato con tanti ringraziamenti, ma lui è uno che ci sa fare. Sa prendere le società, rilanciarle e lasciarle in buone mani. E’ un uomo d’affari, sa vendere bene il prodotto Italia. I risultati li ha sempre ottenuti”.

“Con un cambio di proprietà in corso, pensare al mercato con degli investimenti è un pò difficile perchè si alterano dei libri contabili che sono in questo momento utilizzati per il passaggio di consegne. Bisognerebbe avere l’ok da entrambe le parti per comprare e cedere. Ci sono dei ragazzi del Catania ambiti anche in categorie superiori. Biondi e soprattutto Pecorino hanno un grande ammiratore in Angelozzi. Il Frosinone potrebbe anche fare un investimento su di loro ma adesso, ripeto, vendere o comprare diventa complicato perchè c’è questo processo di cessione societaria che cambia degli equilibri molto delicati. Pelagatti? Da Padova mi dicono che il Catania lo ha chiesto in estate e poi non hanno più avuto notizie mentre, adesso, c’è la richiesta per Kresic. Il Catania, comunque, prima di muoversi deve chiarire le vicende societarie. De Rose (Reggina)? Lo vogliono in tanti, anche in B (Cosenza). Ha molte pretendenti. Canotto mi pare difficile lasci il Chievo, visto che gioca”.

“Dove può arrivare questo Catania? A fare previsioni non sono molto bravo, soprattutto ragione in un contesto in cui le società fanno fatica a far emergere i valori tecnici perchè il Covid incide su tutto. La Ternana ha preso questa ondata trionfante mettendo una bella pietra sul primo posto, il Bari è lì che rincorre. Le altre non penso che possano inserirsi in questa contesa e quindi nel girone C sarà fondamentale riuscire a conquistare un buon piazzamento nei Play Off, sperando che per qualche congiunzione astrale o formula chimica si trovi l’entusiasmo, la salute, la condizione atletica migliore per sorprendere tutti. Il Catania se si dovesse presentare a maggio con un Tacopina ambizioso e pimpante, grande motivatore e trascinatore, trovando una squadra in salute e con entusiasmo, potrebbe presentarsi nelle condizioni migliori per affrontarli. Sarà fondamentale anche svolgere una preparazione ad hoc”.

***CLICCA QUI per mettere MI PIACE alla nostra pagina Facebook***